INTERVISTA | Riccardo Inge e il suo “Giorno di Festa”

Riccardo Inge, ingegnere e cantautore. Ha pubblicato l’EP Giorno di Festa con la partecipazione di Cranio Randagio, artista scomparso da poco. Ce ne parla nell’intervista al Blog della Musica…

Diamo il benvenuto a Riccardo Inge. Ciao Riccardo, raccontaci in poche righe chi sei…
Sono un ingegnere che fa il cantautore o un cantautore che fa l’ingegnere. Forse tutti e due o nessuno dei due. Ancora non l’ho capito. Racconto questo stato confusionale attraverso la mia musica e i miei vestiti ‘doppi’

La musica come è entrata nella tua vita?
Fin da piccolo ascoltavo la musica tramite i miei genitori, che avevano la bella abitudine di lasciare la radio accesa in casa. Ho sempre vissuto con la musica nelle orecchie ed è diventato quasi naturale volerla fare.

Da chi Riccardo ti lasci contaminare e ispirare musicalmente?
Da tutto quello che ho intorno. Mi piace scrivere quello che vedo o che provo, cercando di raccontare qualcosa che in fondo fa parte della vita di tutti.

Un singolo importante con la partecipazione di Cranio Randagio, un artista che purtroppo non è più tra noi. Ce ne parli?
Una collaborazione nata con la voglia di fare musica. Senza pensieri particolari. Due mondi diversi che si incontrano per tre minuti di canzone. Il bello della musica. Ho avuto il piacere di realizzare il video della canzone sulla diga del Vajont insieme a lui: una due giorni che ricorderò per tanto tempo ancora.

Un ricordo di Cranio Randagio per chi non lo conosce come artista?
Un vero Artista con la A maiuscola scomparso poco prima di riuscire a imporsi del tutto nel mondo della musica. Ero sicuro che ce l’avrebbe fatta. Dispiacere immenso.

Questo singolo quindi fa parte anche dell’EP Giorno di Festa. Raccontaci come è nato.
Un biglietto da visita composto da 5 pezzi tutti diversi fra di loro. Con la voglia di festeggiare per un momento che ho aspettato molto. In più ‘Giorno di festa’ è la traduzione del mio vero cognome, dal latino Diaferia.

Pensi che a questo EP seguirà un album full length?
Ci sto pensando ed è il vero obiettivo. Spero che questo lavoro possa aiutarmi per trovare uno sponsor, un’etichetta, o comunque qualcuno disposto ad aiutarmi a sviluppare un vero album. Ho già pronte e scritte diverse altre canzoni che hanno solo bisogno di essere condivise con chiunque.

Ci puoi raccontare qualcosa a proposito dei testi di Giorno di Festa?
Sono testi articolati. Io faccio pop-rock, musica leggera. Ma mi piace pensare di riuscire a lasciare un messaggio che, se ben ascoltato, superi la barriera del semplice testo accattivante per la melodia, ma senza contenuti. Mi piace parlare di vita. Trovo invece molto complicato parlare d’amore perchè è facile cadere in grandi banalità. Chi riesce a farlo bene è di un altro pianeta.

Mentre per i suoni? Che strumentazione hai utilizzato? C’è un suono particolare che ricerchi e che vuoi trasmettere?
Mi piacciono molto alcune sonorità anni ’80 che sono di moda negli ultimi tempi, ma in generale non sono così legato a un suono. La cosa che mi piace di più è spaziare anche tra generi e suoni diversi a seconda di quello che hai voglia di condividere.

Riccardo, prima di salutarci, parlaci brevemente dei tuoi prossimi progetti…
Concerti per tutta l’estate e preparazione delle nuove canzoni, sperando veramente di poter tornare in studio presto. Nuovo video in uscita a inizio Settembre, terzo singolo estratto dal mio EP dal titolo ‘Tasche’. Non vedo l’ora.

Grazie Riccardo INGE per essere stato ospite del Blog della Musica
Grazie a voi per lo spazio concessomi.

Info: https://www.facebook.com/riccardoinge/?fref=ts

Leave a Reply

4 × 2 =