Sanremo 2017: Festival Karma

Francesco Gabbani Occidentali’s Karma: Blog della Musica dice la sua sul Festival di Sanremo e promuove Ermal Meta e Gabbani, il vincitore dell’edizione 2017

Occidentali’s Karma, Francesco Gabbani ha vinto e finalmente si è quasi esaurito il fall out festivaliero.

Solitamente ha la durata di una settimana ed anche quest’anno ha dato vita ad alcuni casi eclatanti. Non necessariamente legati al mondo musicale, ma tant’è… il festival della canzone italiana tutto è tranne che un evento prettamente musicale.

Si, c’è la musica che fa da collante, ma l’hardware è costituito dagli scandali veri e/o presunti, dalle spalline che scendono, dagli indici di ascolto e dalle copertine dei giornali. Come si può evincere, tutti elementi che con la musica hanno ben poco a che vedere.

Ma qui al blog siamo testardi. Ci occupiamo di musica e la andiamo a cercare anche a Sanremo. Perché un po’ snob lo siamo e perché fra tanta fuffa c’è anche del buono. E non è la solita storia del monarca guercio in un paese di ciechi. Il buono, dal punto di vista musicale, è costituito da quei musicisti che, emergenti o meno, sono in grado di farsi apprezzare su quel difficile palco e, soprattutto, all’esterno di esso.

marco-mengoni-sanremo-2013

Marco Mengoni vinse Sanremo nel 2013 con il brano “L’essenziale”

Scopri di più sulla storia di Sanremo

Alcuni nomi, a titolo di esempio. Daniele Silvestri, Max Gazzè, Mikimix alias Caparezza alias Michele Salvemini, Sergio Cammariere, Nina Zilli, Perturbazione, Subsonica, Riccardo Sinigallia, Simone Cristicchi, Samuele Bersani, Marlene Kuntz, Afterhours, la Crus, Davide van de Sfroos, Stefano Di Battista, Mario Venuti, Zibba, The Niro, Luca Madonia, Neffa, Quintorigo, Moltheni. E questo solo per limitarci al nuovo millennio.

Nel novero del buono inseriamo tranquillamente anche alcune fra le più belle canzoni italiane di sempre.

Anche qui, a titolo di esempio e limitandoci agli ultimi 17 anni. Ricomincio da qui e Adesso e qui di Malika Ayane, L’essenziale di Marco Mengoni, La cometa di Halley di Irene Grandi, Angelo di Francesco Renga, Non escludo il ritorno di Franco Califano, Un altro amore di Gino Paoli, Luce di Elisa, Di sole e d’azzurro di Giorgia, In bianco e nero di Carmen Consoli.

E per quelli ancora più snob di noi che cercassero anche un po’ di innovazione e qualità vadano alla voce Elio e le storie Tese, al pezzo di Roberto Angelini Il signor Domani, a quello di Enrico Ruggeri e Andrea Mirò Nessuno tocchi Caino, a quello di Giuni Russo Morirò d’amore e a quello di Noa Un discorso in generale, interpretato insieme a Carlo Fava e al Solis String Quartet.

Gabbani vincitore e i partecipanti di Sanremo 2017

Ermal-Meta-Sanremo-2017

Ermal Meta a Sanremo 2017 ha cantato “Vietato Morire”

Questa lunga premessa per dire che anche quest’anno siamo stati davanti al video e abbiamo setacciato quello che a nostro parere sono le pepite. Sostanzialmente due nomi di cantanti che già l’anno scorso si erano fatti notare: Ermal Meta e Francesco Gabbani.

Quest’ultimo è risultato pure il vincitore del festival con Occidentali’s Karma. Nell’edizione precedente aveva trionfato nelle nuove proposte con Amen e si è fatto notare live aprendo i concerti di star nazionali come Francesco Renga ed internazionali come Simply Red ed Anastacia (non certo beniamini del sottoscritto, ma indubitabilmente personaggi di grosso calibro!).

Un uno-due notevole, che riporta alla mente un altro exploit festivaliero. Quell’Eros Ramazzotti che nel 1984 vince la sezione nuove proposte, con Terra promessa ma dovette aspettare un paio d’anni prima di imporsi nella sezione big con Adesso tu.

Auguriamo a Francesco Gabbani lo stesso successo che ha avuto Ramazzotti. Ma non possiamo nascondere che il toscano ci è infinitamente più simpatico del romano. E quindi nel rinnovare gli auguri di strepitoso successo, siamo consapevoli che le strade musicali dei due sono divergenti.

Tutta incentrata sul mainstreet quella di Eros, molto eclettica e sghemba quella di Francesco Gabbani. La speranza è che continui così. Che continui a respirare e proporre quel sound che agli esordi, nei Trikobalto, lambiva i territori dei Planet Funk. Il gruppo ha le sue soddisfazioni, apre i concerti degli Oasis e degli Sterephonics, ma Gabbani nel 2010 esce dal gruppo e un anno dopo pubblica il singolo Estate e nel 2013 l’album Greitist iz...

Poi nel 2016 propone Amen e mezza Italia canta di quel popolo con la bandiera rossa che intona Amen. È la volta del secondo album Eternamente ora, che riscuote un buon successo.

Comincia a scrivere e collaborare con grandi nomi della musica (uno su tutti, Adriano Celentano) e del cinema (sue le musiche del film Poveri, ma ricchi di Fausto Brizzi).

Un po’ di silenzio, per riapparire sul palco dell’Ariston in compagnia di uno scimmione e vincere il festival con Occidentali’s karma.

Un consiglio. Ignorate lo scimmione e ascoltate bene musica e parole.

E seguite questo ragazzo. Ne vedrete e ne sentirete delle belle.

Amen.

Un saluto dal vostro Vittorio

Guarda il video di Francesco GabbaniOccidentali’s Karma

Testo Occidentali’s KarmaFrancesco Gabbani

di Fr. Gabbani – F. Ilacqua – L. Chiaravalli – Fr. Gabbani – Fi. Gabbani – L. Chiaravalli

Essere o dover essere
Il dubbio amletico
Contemporaneo come l’uomo del neolitico.
Nella tua gabbia 2×3 mettiti comodo.
Intellettuali nei caffè
Internettologi
Soci onorari al gruppo dei selfisti anonimi.
L’intelligenza è démodé
Risposte facili
Dilemmi inutili.
AAA cercasi (cerca sì)
Storie dal gran finale
Sperasi (spera sì)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain.
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Occidentali’s Karma
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Piovono gocce di Chanel
Su corpi asettici
Mettiti in salvo dall’odore dei tuoi simili.
Tutti tuttologi col web
Coca dei popoli
Oppio dei poveri.
AAA cercasi (cerca sì)
Umanità virtuale
Sex appeal (sex appeal)
Comunque vada panta rei
And singing in the rain.
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Occidentali’s Karma
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Quando la vita si distrae cadono gli uomini.
Occidentali’s Karma
Occidentali’s Karma
La scimmia si rialza.
Namasté Alé
Lezioni di Nirvana
C’è il Buddha in fila indiana
Per tutti un’ora d’aria, di gloria.
La folla grida un mantra
L’evoluzione inciampa
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma.
Occidentali’s Karma
La scimmia nuda balla
Occidentali’s Karma

Leave a Reply