Pamela Guglielmetti: Aleph | Disco

copertina del disco di Pamela Guglielmetti, Aleph

E’ uscito il 20 ottobre 2023 per La Stanza Nascosta Records il quarto album in studio della cantautrice Pamela Guglielmetti dal titolo ALEPH

E’ uscito il 20 ottobre, sulle piattaforme digitali e su supporto fisico, Aleph, il quarto lavoro in studio della cantautrice canavesana Pamela Guglielmetti, prodotto e distribuito da La Stanza Nascosta Records.

L’album è stato preceduto dall’uscita dei singoli La legge del tempo e La quarta casa, ambedue accompagnati dai videoclip ufficiali.

Aleph come la raccolta di racconti di Jorge Luis Borges, Aleph come la prima lettera dell’alfabeto fenicio e come la prima lettera dell’alfabeto ebraico, Aleph come il numero zero, quello dal quale tutto prende forma e nel quale tutto trova la sua fine.

«Mai nome più adatto – spiega l’artista Pamela Guglielmetti– avrei potuto scegliere per questo album, che cerca di rivelare la magia dell’attimo presente, arrivando a quel punto di confine (l’Aleph, appunto) dove spazio e tempo si fondono, permettendo di affrontare le proprie ombre e tornare presenti a sé stessi.

I dodici brani di questo nuovo progetto hanno in sé i valori di questa ricerca, ma parlano in modo molto diretto, autentico, riconoscibile, cercando perlopiù di riconnettere ad un tessuto emozionale perduto. Un tessuto emozionale che è stato ricercato sin dalla prima fase compositiva con Franco Tonso, e ha preso struttura piena ed intensa nel lavoro di arrangiamento di Salvatore Papotto. 

Franco, musicista e compositore creativo ed elegante, che ha voluto credere ed accompagnarmi in questo progetto, ha dato corpo alla stesura iniziale dei brani, trasformando i miei accordi in una narrazione emotiva e sensibile.

Tutti i nuovi pezzi sono nati in una dimensione piano/voce, quella che ha permesso a Salvatore di avere le prime suggestioni per potere intervenire, a volte, anche con apparenti sorprendenti stravolgimenti. Dico apparenti perché l’anima dei brani non è stata stravolta, semmai, sostenuta. Salvatore è entrato nei testi, nelle armonie, e ha restituito in ogni suono l’emozione di ogni parola ed ogni silenzio.»

Ascolta il disco Aleph su Spotify

Aleph di Pamela Guglielmetti è il diorama in divenire di infiniti, vertiginosi spettacoli; un’opera aperta, proteiforme e volutamente irrisolta.

Un deciso cambio di rotta, in senso sperimentale, rispetto ai lavori precedenti dell’artista: gli arrangiamenti preservano la natura intimista della scrittura, pianoforte e voce, dilatando nel contempo le atmosfere con l’impiego di sintetizzatori e archi ed arricchendo la dinamica con l’ausilio di una importante sezione ritmica. 

Aleph, che suona come una trasposizione in musica della piccola sfera cangiante, di quasi intollerabile fulgore, descritta da Borges, è un lavoro percorso dal soffio del realismo magico eppure fortemente inedito nell’accostamento di una natura mistica ad una postura sonora contemporanea, se non avveniristica. 

Credits

  • Testi: Pamela Guglielmetti
  • Musiche: Pamela Guglielmetti – Franco Tonso *eccetto il brano “Non andare via” (“Ne me quitte pas”), autore: Jaques Brel, sub autore: Gino Paoli
  • Arrangiamenti e Produzione artistica: Salvatore Papotto
  • Mixaggio e mastering: Salvatore Papotto
  • Pamela Guglielmetti: Voce
  • Franco Tonso: Pianoforte
  • Salvatore Papotto: Basso, basso fretless, chitarre, synth, programmazione batterie e
  • programmazione archi.
  • Label: La Stanza Nascosta Records
  • Press: Verbatim Ufficio Stampa di Claudia Erba
  • Fotografie: Franco Marino
  • Artwork: C3Studio

Social e Contatti

  • Website: www.pamelaguglielmetti.com
  • Instagram: https://www.instagram.com/guglielmetti.pamela.artist
  • Facebook: https://www.facebook.com/Pamela.Guglielmetti.Artist