La vita e un piatto di pasta. Il nuovo disco di Ale Ruspini

Si intitola Masterscief  il singolo che vi abbiamo presentato questa mattina. Ci troviamo di fronte al bel pop di Alessandro Ruspini insieme a Shary…

Alessandro Ruspini “Ale” scende in campo con un disco che non fa certamente rivoluzione su alcun fronte ma mette in chiaro il ruolo della canzone leggera da hit in questo bel paese. Si intitola Alevation crasi intrigante tra il suo nome e “Elevation”. In collaborazione con Shary, almeno nel singolo di cui parliamo, Ale Ruspini gioca con le parole e alla vita associa un piatto da fare in cucina. Assai inflazionata come metafora ma diciamo che lui punta dritto al target popolare. Bene così. Eccovi l’intervista del Blog della Musica…

ALEVATION: cioè un esordio che ha elevato ALE Ruspini?
Si! sono veramente contento di essere riuscito a terminare questo disco ed il senso di tutto è’ proprio questo, di riuscire a fare arrivare a più gente possibile le mie canzoni, a farle salire, quasi come prendere un ascensore

Ti lancio il LA per un’analisi: “L’amore”… finalmente si torna a parlare d’amore… si era perso questo “vizio” ultimamente…
Certo… credo che si possa parlare d’amore in tanti modi, io nel disco tratto l’amore come un libro in cui ogni pagina è’ ben diversa e credo mai banale. In Ti ho visto battere il cuore parlo dell’amore tra un cristiano ed una musulmana e della difficoltà di essere vicini, nell’Ultima notte parlo di cosa vorrei fare per non aver rimpianti in un giorno particolare in Senza fiato parlo dell’ossigeno e della speranza che da l’amore… In tutto il disco ci sono riferimenti e frasi particolari sull’amore, le persone si annoiano ad ascoltare le solite parole ma non a provare gli stessi sentimenti.

Crisi del disco… uscire oggi con un esordio che significa?
Eh gran bella domanda… significa innanzitutto volersi mettersi in gioco ancora dopo più di vent’anni di live.
Significa voler cantare alla gente queste canzoni per cercare di trasmettere emozioni. Quindi posso dire che nonostante si venda poco , con un disco onesto, sincero e con una bella ricerca di suoni e melodie di poter avere, con una “visione romantica” delle cose, delle possibilità di poter interessare a qualche casa discografica importante dopo un estate piena di live.

Radici e origini. Ale Ruspini da quale musica viene?
Sono un vero e proprio amante degli U2 e mi piacciono parecchio i depeche mode, gli Eurythmics ed il Boss. Di sicuro hanno influenzato il mio modo di vivere il palco e di scrivere canzoni ma sono contento di essere riuscito in questo disco ad unire dei testi in italiano con dei suoni molto inglesi e delle chitarre molto U2. Una sfida veramente affascinante

SHARY: come siete stati assieme nei panni di Chef?
È’ stato divertente ed allo stesso tempo molto professionale. Abbiamo capito subito di quanto fosse forte il singolo MasterSCIEf, così abbiamo girato dopo poco il video e ci siamo vestiti davvero da chef! Nei panni da chef non siamo male 🙂 sicuramente siamo riusciti a fare arrivare ironicamente il messaggio che ormai conta soprattutto il colore ed il nome di un piatto piuttosto che la porzione e la semplicità.

Dal vivo Ale Ruspini? Ora che sei senza band?
Non potrei mai stare senza band 🙂 e’ già tutto pronto per il tour estivo in cui suonerò tantissimo sia con Shary sia con la mia nuova band ALEvation per promozionare il disco il più possibile ed in più regioni possibili! Tutte le date ed info su aleruspini.it

Leave a Reply

quattro × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.