INTERVISTA | Amado: tematiche e parole malinconiche in “Supergigante”

É disponibile da venerdì 28 giugno 2024 su tutte le piattaforme digitali il nuovo singolo di AMADO, reduce dalla pubblicazione del suo album di debutto “Riviera Airlines” e da un’esibizione a Casa Sanremo. Il brano, dal titolo “Supergigante“, vanta la collaborazione dell’artista e amico ALBE, nome d’arte di Alberto Incarbona, e la fedele produzione di Narduccey. Tra tematiche e parole malinconiche, in contrasto con la musica e il piglio di un singolo che diventa così atipicamente estivo, torna AMADO raccontandoci una notte estiva di stelle: un nuovo piccolo inizio, la colonna sonora della vostra estate indie.

Noi siamo felici di poter intervistare proprio Amado, a proposito di questo singolo atipicamente estivo, con un background raggae portato dall’amico Albe. Ecco com’è andata!

Sei cresciuto tra l’Italia e il Brasile. Questo mix di culture ti ha in qualche modo influenzato dal punto di vista artistico?

Sicuramente nel mio imprinting c’è la malinconia dei cantautori brasiliani, su tutti, Caetano Veloso.

Qual è il concerto più bello a cui ricordi di aver partecipato con la tua prima band, i Grandfathersound? 

È difficile visualizzarne uno solo dopo tanti anni, più in generale, la sintonia che esisteva e che permane tuttora con questi musicisti che sono miei fratelli uniti da una passione.

A questo proposito: quali sono, secondo te, i pro e i contro dell’esperienza in band e dell’esperienza solista? Quale preferisci?

I pro sono infiniti, per contro, io sono solista solo nel momento della scrittura, che è molto personale. Per il resto considero i musicisti la mia band.

Qual è invece il tuo approccio nella creazione di un nuovo pezzo? Studi tutto a tavolino o preferisci lasciarti dominare dall’ispirazione?

Aspetto che sia la canzone a chiamarmi: quando sento che sta arrivando, mi siedo ed inizio a lavorare

Che cosa può raccontare di te il brano “Supergigante” a qualcuno non ti conosce?

Sicuramente il mio mare, anzi, al contrario: il mare a cui appartengo. Quello raccontato da Nico Orengo, quello della spiaggia delle Calandre, quello delle lampare.

Ci racconti il tuo primo incontro con ALBE? Come avete iniziato a collaborare e in che modo il tuo progetto ne è stato arricchito?

È stato proprio alle Calandre, abbiamo ancora da qualche parte una foto insieme poco più che bambini, io con la chitarra e lui col suo vocione!

Sicuramente per una canzone così fresca ed estiva, il suo background reggae ha portato la magia giusta.

Che desiderio vorresti esprimere la notte di San Lorenzo?

Si…

Social e Contatti

  • Instagram: https://www.instagram.com/iosonoamado/

Tagged with: