INTERVISTA | BT The Artist, coscienza e positività: ecco la mia musica

BT The Artist è il nome d’arte del giovane musicista Bryanne Toney. BT fa del rap e dell’hip hop il suo veicolo per comunicare la positività della vita, le cose belle, e cercare così di aiutare le persone a vivere meglio. Ecco l’intervista di Blog della Musica

Ciao e benvenuto. Puoi in poche righe presentarti ai nostri lettori?
Ciao, come va? Mi chiamo BT The Artist e vengo da Dorchester (Massachusetts, Usa). Sto lentamente iniziando a crescere nel settore della musica, e contemporaneamente ho anche fatto passi da gigante nella recitazione, è fantastico! Sono molto soddisfatto dei miei progressi.

Come ti sei avvicinato alla musica?
La musica è sempre stata nella mia vita. I segnali che sono riuscito a leggere e che mi hanno fatto diventare un compositore ci sono sempre stati. Ero un atleta e durante i viaggi sputavo freestyle con i miei compagni di squadra e facevo impazzire tutti. I miei parenti spesso mi chiedevano di registrare con loro, così per divertimento. Ma quando ho iniziato a registrare seriamente la mia musica e gli studi mi facevano degli sconti perché volevano lavorare con me e credevano nella mia musica… beh questa è stata una sensazione davvero bella e mi ha motivato tantissimo.

Quali sono stati gli artisti che ti hanno influenzato musicalmente?
Crescendo, ho avuto modo di ascoltare tutti i tipi di musica. Praticando sport ho incontrato molte persone e  quindi sono stato anche trascinato ad ascoltare molti tipi diversi di musica. Nella mia città si ascolta prevalentemente hip hop, ma sono io ho ascoltato anche il Country, Bachata, Merengue, Pop Music, Rock, ecc. Ascoltare musica in maniera così aperta mi aiuta a scrivere la mia musica. I miei rapper preferiti sono sempre stati Eminem e Lil Wayne.

Qual è il tuo ultimo lavoro discografico? Puoi parlarcene?

BT The Artist, Better Days - copertina disco

BT The Artist, Better Days

Il mio ultimo disco si intitola Better Days. Stavo scrivendo del mio futuro: “Vorrei vedere arrivare giorni migliori”. Parlo di come ho visto la mia vita cambiare perché sono cresciuto in un luogo circondato da un sacco di abuso di droga e povertà. Parlo di far uscire anche la mia famiglia e gli amici. Mi diletto anche a parlare della mia vita amorosa e dello stile di vita che vorrei avere. Non sto parlando di avere un sacco di soldi e gioielli, parlo di cose con cui le persone potrebbero relazionarsi.

Parlaci delle sonorità del tuo disco Better Days: che suono hai ricercato per questo album?
Il mio obiettivo negli ultimi dischi era concentrarmi sul far ballare la gente cercando di essere sempre positivo nella mia musica perché questa è una strada molto frequentata nell’industria musicale. Le canzoni che fanno ballare la gente e contengono un messaggio positivo sembrano una buona direzione da seguire.

A proposito dei testi dei tuoi brani di Better Days: di cosa parlano? A chi si rivolgono?
La maggior parte dei testi che scrivo è positiva, quindi la musica potrebbe essere riprodotta quasi ovunque. La maggior parte dei miei testi riguarda il superamento di una dura vita di povertà. Scrivo cose con cui posso relazionarmi personalmente, come il portare a termine gli studi, aiutare altri bambini nelle comunità a basso reddito a frequentare il college e ascoltare la mia musica in tutto il mondo.

Com’è la scena musicale del tuo paese?
La scena musicale nel mio paese è molto variegata. Ci sono così tanti diversi tipi di musica: l’hip hop, il R & B, Pop, Country, Bachata, Pasada e molto altro ancora. Solo nella mia città tutti quei generi musicali scivolano nell’aria. È divertente poter imparare diversi tipi di musica perché ti fanno muovere in modi diversi.

Cosa pensi della musica italiana?
La musica in generale invia un messaggio. La maggior parte della musica italiana che ho ascoltato è per lo più strumentale, ma mi piace il fatto che gli artisti utilizzino strumenti reali per realizzare il loro capolavoro. Anche la maggior parte della musica sembra piuttosto positiva, anche se non ci sono molti testi, l’atmosfera positiva scorre ancora attraverso il corpo degli ascoltatori. Quello giusto non ha prezzo.

Per concludere questa breve intervista, ci parli dei tuoi prossimi progetti artistici?
Il mio album è in uscita il prossimo 19 marzo, il che è piuttosto interessante perché la mia musica esce qualche giorno prima del compleanno di mia madre. Ho quasi finito di girare un corto intitolato To Be Free e ho instaurato rapporti con molti produttori e artisti, quindi la mia nuova musica sarà davvero INCREDIBILE!

Info e Social

https://www.facebook.com/TheArtistBT
https://www.instagram.com/BTTheArtist

Tagged with: ,

Leave a Reply

quattro × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.