CRLN: Parlami Di Te | Video

Si scrive CRLN, si legge Caroline. E Caroline è anche il suo EP d’esordio da cui è tratto il video del primo singolo dal titolo Parlami di te

Caroline è l’EP d’esordio di CRLN Caroline, prima e nuova voce femminile ad entrare nel roster Macro Beats, disponibile su iTunes, tutte le maggiori piattaforme digitali e in tutti i negozi di dischi in un esclusivo formato digipack, distribuito da A1 Entertainment. Parlami di te è il primo video estratto, affidato alla la regia di Nicola Artico e Matteo Podini per Frame 24.

CRLN è una giovane cantautrice (classe ’93) originaria di San Benedetto del Tronto, un’artista dal sound internazionale in bilico tra indie pop, soul ed elettronica. Dopo i tre showcase a Milano e Roma CRLN presenterà dal vivo il suo EP in un TOUR che toccherà diversi Festival in tutta Italia. Caroline proporrà un live esclusivo armata di chitarra elettrica e accompagnata al basso e al controller da Alberto Brutti, membro della band di elettronica sperimentale John Garage.

Il primo EP di CRLN Caroline è stato registrato ai Macro Beats Studio di Milano, prodotto interamente da Macro Marco con il supporto del producer Gheesa, dei polistrumentisti Ulisse Minati e Mirko Onofrio (Brunori SAS) e del bassista Roberto Dragonetti (Ghemon), con una preziosa incursione del “golden boy” dell’elettronica italiana Yakamoto Kotzuga nella traccia Un viaggio senza fine.

I cinque brani si snodano tra sonorità raffinate e moderne, passaggi ipnotici e atmosfere ricercate su cui la voce elegante e a tratti fragile di CRLN racconta la quotidianità di una ragazza che, chiusa tra le mura della sua stanza, riflette su ritorni, abbandoni, delusioni e rivincite. Un debutto importante che cerca di scardinare i tradizionali canoni del pop italiano pur rimanendo fedele ad una certa tradizione melodica, con uno stile assolutamente personale e una naturalezza disarmante per un esordiente.

Info: https://www.facebook.com/CRLNakaCaroline

Tagged with: , ,

Leave a Reply

sedici + diciannove =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.