Eleonora Betti: Il divieto di sbagliare

E’ uscito per RadiciMusic Records, Il divieto di sbagliare, album d’esordio di Eleonora Betti, cantautrice cresciuta tra le note della musica classica, suonate al pianoforte, e l’amore per le grandi voci del jazz, del musical, del fado portoghese

Eleonora Betti - Il divieto di sbagliare - disco

Eleonora Betti, Il divieto di sbagliare

Il divieto di sbagliare è il titolo del disco di debutto di Eleonora Betti accompagnato dal videoclip del singolo estratto Quaranta volte.

Nove tracce, di cui tre in inglese – più una bonus track che vede la collaborazione con il producer Orang3 – per raccontare, e raccontarsi.

La musica ha fatto parte della vita di Eleonora Betti fin dall’infanzia, tra canto e pianoforte, tra note di classica, grandi voci del jazz, del musical e del fado portoghese. La musica l’ha fatta viaggiare per l’Italia e all’estero, regalandole un’esperienza indispensabile affinché la sua esplorazione si continuasse ad arricchire e a trasformare, ampliando i propri orizzonti. L’inglese a volte è entrato nei testi, senza mai abbandonare l’amore per l’italiano, e il desiderio di giocare con le parole della sua lingua.

Nasce così un album che è un viaggio con tratti onirici, dentro all’animo umano; un viaggio sempre in punta di piedi, con la delicatezza con cui Eleonora ama guardare le cose, come i dettagli della campagna toscana in cui è cresciuta. Si raccontano storie di uomini perduti sulla luna, di conigli bianchi da seguire per trovare luoghi fantastici, di maestri che raccomandano attenzione (‘Quella di matematica l’aveva detto che se ripeti tanto e male proprio non ha senso, se ripeti tanto e male non è mai abbastanza’), del lasciarsi tuttavia la possibilità di commettere errori, che altro non sono che parte integrante del percorso da compiere. D’altra parte, “il divieto di sbagliare”, dice Eleonora nel brano che dà il titolo al disco, “è prigione naturale”.

Il viaggio di questo lavoro è anche musicale: con arrangiamenti curati personalmente dall’autrice, incontriamo brani vestiti con le sonorità del suo strumento, il pianoforte, accompagnate dagli archi di Mario Gentili e Giuseppe Tortora, dalle chitarre di Diana Tejera e Gianluca Persichetti, e dal flicorno di Ersilia Prosperi. Uno stile compositivo che, restando fedele alla forma canzone, non si preoccupa tuttavia di doversi adeguare a uno standard imposto. Le influenze sono quelle del folk, del pop internazionale, del jazz, della classica, ed entrano morbidamente l’una nell’altra.

Tracklist Il divieto di sbagliare – Eleonora Betti

  1. Quaranta volte
  2. Il divieto di sbagliare
  3. On the Moon
  4. Il coniglio bianco
  5. Thunder
  6. Little Red Riding Hood
  7. Controvento
  8. Anche se non vuoi mai
  9. Sogno
  10. Thunder feat. Orang3

Credits Il divieto di sbagliare – Eleonora Betti

Testi e musiche di Eleonora Betti

Produzione artistica e arrangiamenti di Eleonora Betti (ad eccezione dei flicorni in “Il divieto di sbagliare”, arrangiati da Ersilia Prosperi)

Etichetta e distribuzione – RadiciMusic Records
Voce, Pianoforte, Melodica, Glockenspiel – Eleonora Betti
Archi – Layer Bows (Mario Gentili e Giuseppe Tortora)
Chitarra Acustica – Diana Tejera
Chitarra Classica – Gianluca Persichetti
Flicorno – Ersilia Prosperi
Sound Engineering, Mastering – Eugenio Vatta, STUDIO E45 (ad eccezione di “Thunder feat. Orang3” – Sound Engineering, Mastering – Orang3, Studio 8)

Info: https://www.facebook.com/eleonorabettimusic/

Leave a Reply

cinque − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.