Elisa Genghini: Sposerò Manuel Agnelli

Elisa Genghini ha pubblicato il libro Sposerò Manuel Agnelli per Edizioni Pendragon. La cantautrice riminese racconta di quando sognava di essere la fidanzata del suo mito musicale…

elisa-gendini-sposero-manuel-agnelli

Sposerò Manuel Agnelli, libro di Elisa Gendini

E’ uscito su Edizioni Pendragon il libro Sposerò Manuel Agnelli della cantautrice Elisa Gendini.

Un libro divertente in cui Elisa Genghini, figlia di un bagnino romagnolo e di una turista tedesca, molto prima che Manuel Agnelli fosse famoso, sognava di essere la sua fidanzata e una carriera da rockstar. E così dopo aver fondato la sua band, essere passata attraverso situazioni imbarazzanti, fidanzati eccentrici, concorsi musicali truccati, sconfitte brucianti, continua a provarci.

Un aneddoto raccontato da Elisa Genghini. Una volta, 10 anni fa, ero al Salone del libro di Torino. Avevo scoperto che ci Sarebbe stato pure Lui. A presentare il romanzo di uno scrittore suo amico, suppongo.

Allora avevo preso coraggio e, dopo la presentazione, mi ero avvicinata molto timidamente. Gli avevo detto: «Ehm ciao scusa, volevo dirti che sono Elisa Genghini e che ho scritto un librino che si chiama Volevo sposare Kurt Cobain o fidanzarmi per sempre con Manuel Agnelli. Cioè con te. Cioè hai capito, Cobain non c’entra mica niente no, ma non la prendere seriamente eh, insomma volevo sapere se lo avevi letto».

Lui mi aveva sorriso e mi aveva detto che si, lo aveva letto e che si era divertito (chissà poi se è vero) ed io che ero in apnea da troppo ormai e non riuscendo più a tollerare oltre la sua presenza che per me era più o meno mitologica, avevo detto velocemente «Ah che bello grazie! non ti disturbo oltre ciao ciao» ed ero corsa via.

Tre anni fa l’ho rincontrato. Anche li, quasi per caso. A fare la fila al cesso. Avevo in mio disco, nello zaino.
Adesso gli parlo eh, gli parlo da persona adulta. Da collega musicista eh, eccheccavolo.
C’eravamo solo io e lui. Bisognava cogliere l’occasione. E infatti gli ho rivolto la parola.
E lui mi ha risposto. E dopo tre anni, dovendo ancora metabolizzare quello scambio di battute ho scritto un altro librino.

Se non vi piace Manuel Agnelli, ma per esempio vi piace, che ne so, Massimo Ranieri o Pj Harvey, potete leggere anche il libro sostituendo il nome Manuel Agnelli con il vostro mito preferito. Sarà la stessa cosa. Perchè avere sogni e miti è una cosa che appartiene a tutti!

Info: https://www.facebook.com/genghinielisa

Leave a Reply

uno × 5 =