Figé de Mar: Boulevard | Video

Boulevard è il nuovo videclip dei FIGÈ DE MAR band di La Spezia capitanata da Lorenzo Traggiai finalista al “Premio Lunezia”

I Figé de Mar, band in bilico fra il cantautorato e il pop-rock originaria di La Spezia, presentano il loro nuovo videoclip: Boulevard.

«Boulevard racconta la storia di un ragazzo come tanti, un po’ frustrato, immerso nella routine, sommerso dal lavoro, che una sera d’estate, ricevuto l’ennesimo smacco dal capo, si mette in macchina e guida senza una meta. Si ritrova così in un’altra città, un posto completamente diverso dal suo: un mondo di luci, neon, attrazioni, mondanità, apparenze e ostentazioni. Un sogno. Ma che, come tutti i sogni, ha il suo prezzo e i suoi risvolti poco gradevoli: accanto al luna park c’è il gioco d’azzardo, accanto alla ricchezza ostentata delle ostriche, la coca e i gioielli, c’è la prostituzione, c’è la sporcizia, le “droghe da bar”. Il ragazzo parcheggia, cammina un po’ sul lungomare e in mezzo a tutte quelle vibrazioni vede una ragazza stupenda, la barista di un locale sul “boulevard”. Basta uno sguardo e i due sono già insieme in spiaggia a vivere la loro notte “da film”, sperando che non finisca più. Non sanno che cosa li aspetterà il giorno dopo, ma sanno che quella avventura è già una piccola favola»

«Quello che fa il personaggio all’inizio del pezzo è un po’ quello che faccio io ogni tanto quando mi ritrovo a La Spezia d’agosto, per le vacanze estive» dice Lorenzo Traggiai, finalista del “Premio Lunezia” e frontman della band Figé de Mar, che continua «Capita quella sera che non ci sia niente da fare o nessuno con cui fare niente, ma che non ho voglia di stare in casa; allora prendo la macchina per fare un giro in solitaria, magari approfittandone per sentire della musica all’autoradio. Mi ritrovo a guidare senza una meta ma, una canzone dopo l’altra, spesso finisco sul lungomare della Versilia, a pochi chilometri da noi.  Ecco, l’ispirazione per il pezzo e per le ambientazioni mi è venuta da questo».

Boulevard parla dell’odierno, di come oggi tutto abbia un prezzo, anche i sogni:

«Oggi anche i sogni ormai hanno il loro prezzo: inseguite il vostro sogno, ma siate forti nell’affrontare le conseguenze oppure prendete bene le misure, perché ve le faranno pagare care (“Paghi tutto quel che sogni, sogna pure finché tocchi”)».

Il brano si presenta come una mistione di rock e ritmiche Motown, con un solido strato di chitarre, cori retrò e un pianoforte dalle influenze jazz:

«È un pezzo che ci divertiamo molto a suonare: ritmato, con un bel groove e delle atmosfere che piacciono un po’ a tutti noi. – proseguono i Figé de Mar – Nonostante sia armonicamente più complesso rispetto ad altri pezzi del disco o a certe cover che suoniamo di solito, è stato forse quello che è venuto più naturale arrangiare, registrare e suonare».

Boulevard è il primo estratto dall’EP di prossima pubblicazione, Come un navigante: «Come un navigante è composto da solo cinque canzoni, che però rappresentano già qualcosa di concreto: il punto di arrivo di quanto abbiamo fatto fino a qui come gruppo, ma anche un punto di partenza. Nelle canzoni sono già accennate le diverse direzioni artistiche che potremmo intraprendere in futuro».

Il video di Boulevard è stato girato da Giulio Bellettini, giovane e talentuoso videomaker spezzino, studente alla Scuola di cinema “Visconti” di Milano. È stato girato in un paio di giorni, esclusivamente in interni: un teatro, un centro culturale, una sala prove e un locale, tutti a La Spezia.

«Come l’altra volta, anche girare questo video è stata un’esperienza faticosa ma elettrizzante. Non c’era l’atmosfera particolare della prima volta e in questo caso i ritmi di produzione sono stati più serrati. Però resta comunque il ricordo di un altro bell’episodio vissuto insieme. L’idea di interpretare anche due personaggi della storia è nata per scherzo, così come quella di inserire lo sketch all’inizio (scritto da Nicolò). Poi invece ci abbiamo preso gusto, ci siamo scelti gli abiti e ci siamo calati nei personaggi: alla fine sono venuti fuori dei siparietti divertenti e un sacco di risate durante le riprese. Quello che vedete è solo una piccola parte. È stato anche abbastanza naturale, forse perché suoniamo insieme da un po’ di tempo, ormai. All’inizio del videoclip una segretaria entra in uno studio di registrazione: i suoi superiori, due produttori, stanno ascoltando l’arrangiamento di un brano a cui manca solo la voce giusta. La segretaria ha in mano la cartella con i curricula dei candidati che parteciperanno al casting. Parte il brano, da qui in poi si sviluppano due storyline: in una abbiamo il gruppo che suona, nell’altra produttori e segretaria alle prese con le selezioni: i candidati sono delle vere frane, si va avanti a siparietti e catastrofi. Arriva un ragazzo che potrebbe andare bene ma non convince del tutto. La scelta è rimandata.  La sera, in un locale, ritroviamo la segretaria, sfinita e scoraggiata, a consolarsi con un drink. Nello stesso locale una giovane cantante sta suonando, ma nessuno la segue. La segretaria però viene colpita dalle sue doti e riceve come un’illuminazione: ai produttori viene proposto che la canzone sia cantata in coppia dalla ragazza e dal ragazzo dei provini. Le scene finali mostrano i due giovani cantanti in sala d’incisione, i produttori finalmente soddisfatti e la segretaria sollevata».

Nella parte dei produttori ci sono Lorenzo e Nicolò, cantante e chitarrista dei Figé de Mar. I ragazzi sono Giulia Lazzaris e Elia Adamo, la segretaria è Chiara Cozzani. I candidati sono Irene Baiardi, Marika Bertolini, Melissa Zito e Giacomo Zappettini.

Credits Boulevard – Figé de Mar

Con: Chiara Cozzani, Giulia Lazzaris, Elia Adamo, Irene Baiardi, Marika Bertolini, Giacomo Zappettini, Melissa Zito

Regia, riprese, montaggio: Giulio Bellettini

– Si ringrazia Rock Tribe​ e per la disponibilità e la gentile collaborazione
– Un enorme grazie a tutti gli amici che hanno partecipato alle riprese!

“Boulevard” è stata registrata al Redroom Recording Studio​ (Vecchiano, PI)

Boulevard – Figé de Mar – Testo

Il capo ha detto chiaro
“torna qui con un’idea o non ritornare!”

Lui guida con gli occhi spenti fuori città
ma cosa cercare?

L’auto e la notte lo portano
Dove la via scoppia di neon

Dove chi ha perso a blackjack
si può rifare al luna park

Lungo il boulevard
sogno di una notte da film
Lungo il boulevard
paghi tutto quel che sogni
sogna pure finché tocchi

Parcheggia e scende, incantato
cammina un po‘e vede laggiù

Occhi grandi da diva
che non lo sa
ma incanta di più

Angeli del sesso a ore
sulla statale 432

Ostriche e coca e diamanti
mosche e turisti e droghe da bar

Lungo il boulevard
sogno di una notte da film
Lungo il boulevard
paghi tutto quel che sogni
sogna pure finché tocchi

Stella estiva
di periferia
ragazza del pub

Ora è semplice
portarsela via
se ti ha preso già

Fuga in spiaggia
la notte vi prenda con sé
e non vi lasci più

Lungo il boulevard
sogno di una notte da film
Lungo il boulevard
paghi tutto quel che sogni
sogna finché tocchi

Lungo il boulevard
sogno di una notte da film
Lungo il boulevard
paghi tutto quel che sogni
sogna pure finché tocchi

Info: https://www.facebook.com/figedemar

Leave a Reply

cinque × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.