INTERVISTA | Gianpaolo Petrini ci parla del disco “The Big Band Is My Life”

The Big Band Is My Life (Zanetti records) è il nuovo e quarto disco della GianPaolo Petrini Big Band, formazione diretta dal batterista GianPaolo Petrini. Il lavoro contiene cinque brani originali, composti dai musicisti della Big Band, che spaziano dal jazz al fank, e cinque omaggi a grandi autori come Buddy Rich, Prince, Don Grolnck e il Maestro Augusto Martelli, con il quale Petrini ha collaborato insieme a Flavio Boltro per diversi anni. Ne parliamo con Gianpaolo in questa intervista

Buongiorno Gianpaolo Petrini e benvenuto su Blog della Musica. Il disco The Big Band Is My Life è stato distribuito prima fisicamente e poi in digitale. Una scelta controtendenza di questi tempi, nei quali la musica è diventata sempre più liquida. Da cosa nasce la volontà di dare maggior risalto al CD piuttosto che al download o allo streaming?

Si perchè ci piaceva avere ancora l’oggetto il “cd” in mano, anzi mi sono pentito di non averlo fatto in vinile che è tornato. E poi alla presentazione qualcuno lo ha comprato e ai concerti lo comprano specialmente in Francia e Germania.

Addentriamoci nelle canzoni che compongono il lavoro: cinque brani originali e cinque omaggi. Ti chiediamo di descrivere ogni traccia, in poche righe, per i nostri lettori che ancora non hanno ascoltato il lavoro.

Ho voluto fare omaggio nei 5 brani ai personaggi che mi hanno influenzato musicalmente nella mia carriera. Il primo Ya gotta try è un omaggio al grande Buddy Rich che ha portato la sua big band in tutto il mondo. Seguendo la scaletta del cd c’è Jones Tones del nostro Trombonista Luca Begonia. Thieves in the Temple brano di Prince riarrangiato dal nostro saxofonista Claudio Bonadè e cantato da Ima una cantante giovane soul torinese, il brano piace molto alle radio! Right on right on di Ernie Wilkins riarrangiato sempre da Luca Begonia. Black mirror del maestro Andrea Ravizza amico che scrive anche per l’orchestra sinfonica nazionale Rai e ha scritto questo brano dedicato al sottoscritto per batteria e trombone. Wave una ballad del grande Jobim. The four sleepers un brano fusion di Don Grolnick con arrangiamento di Gabriele Comeglio. 3/4 of a woman del pianista Mattia Niniano un brano molto orecchiabile. Round d minor già sigla di Grand Prix del maestro Augusto Martelli brano funk accattivante con il quale ho lavorato parecchi anni a Mediaset. Bird’s Wings sempre di Luca Begonia.

Avete presentato il disco in un concerto esclusivo il dicembre scorso a Torino. Come si è svolta la serata? Sei soddisfatto del risultato finale?

Si all’Edit di Torino un locale non molto grande difatti era sold out. E’ andata molto bene penso che ripeteremo all’aperto che è molto più grande.

Quali sono i tuoi riferimenti musicali?

Avendo iniziato la professione a 16 anni,ho imparato ha suonare tutti i generi,ma i batteristi che mi hanno influenzato di piu’ sono quelli dei gruppi fusion anni 80.Wheater report,Yellow Jachet per cui i batteristi Peter Erskine,Steve Gadd e Vinnie Colaiuta.

Che spazio ha il Jazz nel 2023 in Italia?

Ma se è presentato bene come in certi festival ha molta affluenza, dovrebbero le radio e le tv farne ascoltare di più anziché musica spazzatura solo per vendere!

Com’è stato lavorare con personaggi del calibro di Mango, Anna Oxa e tutti i big per i quali hai prestato la tua arte?

E’ stata una ella esperienza ed emozionante perchè ho avuto la fortuna di suonare con quelli che cantano sul serio. Anche con Pierangelo Bertoli, Alice e Adriano Celentano in Europa tour.

Sei già al lavoro su nuova musica, da solo o con la Big Band?

Oltre la big band che spero di fare molti concerti con il nuovo cd ho una band storica torinese fusion i Freelance. A febbraio dovrebbe uscire il nostro quarto lavoro dedicato ai Police dopo quello degli Steely Dan in versione jazz.

Grazie Maestro per essere stato nostro ospite. Ti lasciamo le ultime righe per concludere come preferisci.

Grazie a voi che pubblicate queste interviste e divulgate musica di qualità che gente che l’ascolta ce n’è ancora molta!

Social e Contatti

  • Website: http://www.gianpaolopetrinibigband.it/
  • Youtube Channel: https://www.youtube.com/@gianpaolopetriniofficialgp2345
  • Facebook: https://www.facebook.com/gianpaolopetrinibigband
  • Instagram: https://www.instagram.com/gp_big_band/

Tagged with: