Gilberto: Dormiveglia | Video ANTEPRIMA

Gilberto pubblica il nuovo singolo dal titolo Dormiveglia, accompagnato dal videoclip che vi proponiamo in anteprima su Blog della Musica che vede interprete e regista Diego Boccardo 

Dopo l’esordio con Anni Dieci il 1 dicembre, rassegna di ricordi del decennio appena conclusosi, e dopo Bighellone, allegrissima canzone beffarda fino ad essere volutamente irritante, Gilberto torna col terzo singolo Dormiveglia, che  smorza la leggerezza. Una melodia ampia e malinconica che raccoglie un testo rivelatore di un profondo disagio. Non un disagio sociale, né personale. Si tratta della consapevolezza della propria inutilità, nei confronti delle ingiustizie. E che tutti gli sforzi quotidiani non portano a nulla, se le altre persone attorno a te vogliono il male, vogliono solo uccidersi a vicenda, in tutti i sensi. Tutti questi pensieri si condensano in una banale mattina, appena sveglio, prima di andare a lavorare, concentrandosi sulla tazza della colazione. Si tratta del terzo brano uscito dall’album Con tutto il dispetto, che uscirà a metà 2020.

“Contemplo il cosmo in fondo alla scodella / in dormiveglia sopra lo sgabello / mi riscaldo avvolto da flanella.”

Il videoclip di Dormiveglia ricalca le situazioni descritte nel testo. Ma Gilberto decide di non comparire. Dato l’alto contenuto emotivo, si è affidato a uno bravo ad esprimersi coi soli moti del volto: Diego Boccardo, che è anche regista del video. Si è scelto un lungo slow-motion in bianco e nero sgranato, che indaga le espressioni, in contrasto con il gelo indifferente dei mobili. Riferimenti al cinema espressionista tedesco muto e alle sequenze prolungate dell’ultimo David Lynch.

Testo Dormiveglia – Gilberto

Contemplo il cosmo in fondo alla scodella
in dormiveglia sopra lo sgabello
mi riscaldo avvolto da flanella.
Generalmente mi piace dialogare
ma son le cinque e mezzo di mattina
e hai già tanta voglia di parlare.

A quest’ora io sono scontroso
…sì lo so, non cambio al pomeriggio,
ma potresti diventar nervoso.
Le ingiustizie al mondo sono troppe
vuoi vederne solo una parte
io le guardo tutte, e posso dire:

voglio soltanto dormire
voglio soltanto sognare
e non voglio più capire niente.
Fossi un altro mi drogherei
vorrei sbrindellare tutti i miei neuroni
non distinguere più levante da ponente.

E mi tuffo sotto la coperta
immaginando la lava a bordo letto
in camera la sorte è meno incerta.
Ci vorrà una doppia camomilla
per affrontare vipere e sciacalli
se hai un’idea migliore, ti prego: dilla.

Ho chiuso i sogni nel cassetto
poi ho buttato il comodino
l’ho accatastato con la legna
ed ho acceso il falò.
Il mio colore prediletto
adesso è il grigio sopraffino
così la vita è un po’ più degna
e posso riposare un po’.

Voglio soltanto dormire
voglio soltanto sognare
e non voglio più capire niente
Fossi un altro mi drogherei
vorrei fare a pezzi tutte le sinapsi
forse sarei più rilassato da demente.

Voglio soltanto dormire
voglio soltanto sognare
devo ad ogni costo rinsavire.
Fossi un altro… ma sono io
e perciò resisto solo per il gusto
di stare a vedere come andrà a finire.

C’è ancora il cosmo in fondo alla scodella
non ho risolto quest’indovinello
ed affonderò nella flanella.

Credits

Attore e regista: Diego Boccardo.

Testo e musica di Gilberto Ongaro

Social e Contatti

  • Facebook: https://www.facebook.com/saffirgarland/
  • Instagram: https://www.instagram.com/gilbertoongaro/
  • Spotify: https://open.spotify.com/artist/6d5bUAfIeU8vcbSNqFmEPI?si=WwbxcPnoStyo4GJYL-CJ_g

Tagged with: , ,

Leave a Reply

1 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.