Ginez e il bulbo della ventola: L’uomo su misura | Video

Ginez e il bulbo della ventola, un nome che evoca suggestioni inafferrabili, dopo un anno dall’uscita del loro disco ne estraggono e pubblicano il singolo dal titolo L’uomo su misura realizzando anche un videoclip per ringraziare tutti coloro che li hanno seguiti e sostenuti finora…

L’uomo su misura è la canzone scelta da Ginez e il bulbo della ventola, per presentare il primo videoclip da loro realizzato. L’idea di proporre un video ad un anno dall’uscita del loro album Canzoni, bottiglie e altre battaglie, è dettata dal desiderio di ringraziare tutte le persone che fino ad oggi hanno sostenuto il gruppo.

La canzone esprime l’eterno conflitto tra l’uomo e la donna, nella gestione quotidiana del proprio ruolo, sottolineando la necessità di cambiamento che la donna pretende dall’uomo e, viceversa; l’ostinazione infantile che lega l’uomo alle proprie ancore di salvataggio.

Il videoclip è stato pensato e immaginato direttamente dal gruppo, le riprese sono state effettuate da Don Peco e il montaggio da Marco Mion. Girato in un solo giorno, a costi assolutamente contenuti, il video mostra la band nel ruolo dei protagonisti di questa commedia, molto divertente e ironica, che caratterizza i vari luoghi comuni che si manifestano nei rapporti di coppia.

Testo L’uomo su misura – Ginez e il bulbo della ventola

Vuoi che la smetta di fumare sigarette
Vuoi che la pianti di pensare solo a me.
Dici che il mondo è solo un luogo per cambiare,
per migliorare le nostre capacità.

Vuoi che il mattino vada fuori in bicicletta
E che la notte non sia il gallo che mi aspetta.
Vuoi che la barba me la faccia la mattina
E a colazione sia l’arancia e non l’aspirina.

Permettimi, di chiederti, mi hai scelto solo per cambiarmi un po’…
Dici che è meglio che mi cambi i pantaloni,
che la camicia va allacciata coi bottoni
e che se son contento è che non sono serio
e se non rido poi mi chiedi che cosa ho!?!?

Forse è la vita che ci vuole trasformare,
forse è l’amore che ci acceca nel guardare,
nelle abitudini vincono i deboli,
nella retorica trovi più ambiguità.

Permettimi, di chiederti, mi hai scelto solo per cambiarmi un po’…
Ma vedi che, non c’è un perché, è l’uomo su misura che non c’è.
Vuoi che la smetta di fumare sigarette,
vuoi che la pianti di pensare solo a me,
cerca negli attimi, non dei colpevoli,
il fuoco brucia ma ci scalda ancora un po’.

Permettimi, di chiederti, mi hai scelto solo per cambiarmi un po’…
Ma vedi che, non c’è un perché, è l’uomo su misura che non c’è.
Vuoi che la smetta di fumare sigarette…

Info: https://www.facebook.com/ginezeilbulbodellaventola/

Leave a Reply

20 − diciassette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.