H.E.R.: Il mondo non cambia mai | Video

H.E.R. con la sua Il mondo non cambia mai, singolo uscito ad aprile 2020 vince il Premio Amnesty International: “Il mio premio lo dedico a Patrick Zaky, attivista per i diritti umani, in carcere in Egitto” ha detto dal palco…

Erma Castriota in arte H.E.R. ha pubblicato il brano brano contro il razzismo Il mondo non cambia mai con il quale ha vinto Voci per la Libertà 2020.

Io con quelli come me, tu con quelli come te

è lo slogan che ha separato il mondo: soprattutto in un momento così difficile non bisogna mai dimenticare di essere inclusivi. Questo è il messaggio di H.E.R, artista transgender, violinista, prima cantautrice italiana ad aver effettuato il cambio totale di genere nel 2004, che ha pubblicato un brano bandiera del suo pensiero.

Un’artista dirompente che ha fatto dell’androginia la forza della sua essenza. La sua immagine ricercata e leggera (da vera icona pop), contrasta e al contempo si amalgama con il suo cantautorato e con il suo brano dai contenuti più severi. Una cantautrice esplosiva che si allontana da ogni cliché.

La sua canzone Il mondo non cambia mai parla di razzismo in maniera molto ampia: “Racconta della difficoltà che le persone hanno ad accogliere nuove idee o chi la pensa diversamente – spiega H.E.R. e racconta della tendenza che si ha a fare gruppo sempre tra individui che condividono lo stesso pensiero, escludendo il nuovo, al quale però ci dobbiamo abituare. Bisogna aprirsi alla novità e agli altri modi di pensare, senza mai mancare di rispetto. Il mio brano è una presa di posizione precisa e al contempo è una storia che porto sulle mie spalle, situazioni che ho vissuto in prima persona”.

Quella di H.E.R. è una sorta di ritorno, un volersi mettere nuovamente in gioco. Già vincitrice di Musicultura 2020, al quale non è estranea, già nel 2001 partecipò al concorso (all’epoca Premio Recanati) quando era ancora un ragazzo, suscitando anche l’interesse degli addetti ai lavori: “Ma la grande televisione forse non era pronta ad accogliere una figura ‘inquietante’ e senza definizione come la mia”, quest’anno ha anche vinto la 23a edizione del Premio Amnesty International nella sezione Emergenti.

Il mondo non cambia mai, ma forse qualcosa è cambiato: “Vent’anni all’incirca sono serviti a cambiare la testa alle persone; ben venga l’inclusività, l’accoglienza tra esseri umani e idee diverse tra persone, dialogo, scontro costruttivo, altrimenti il mondo non andrà avanti”.

Credits

Prodotto da: Joseba Publishing ©
Direttore artistico: Gianni Testa

Video

Regia: Raffaele Fracchiolla
Direttore della fotografia: Raffaele Fracchiolla
Scenografia: At Home

Audio

Musica: H.E.R., Francesco Seria
Testo: H.E.R.
Arrangiamento Francesco Seria
Mastered presso Scene Music Studio da Matteo Caretto

Stylist: Milla

Grafica: Gerardo Konte
Pre produzione: Giovanni La Tosa

Si ringrazia per la partecipazione

Angelo Pantaleo, Sandro Stefanini, Antonello Sicle’ , Dave Dave ,Silvia Danti, Emanuela Gabrieli, Adriano Santoro, Ferdinando D’Alessandro, Adel Tirant, Francesco Seria, Carlo Marcotulli,Emilio Rez, Luciano Melchionna, Baye Dame Dia (Papi Dia) , Alessandra Zilli ,Danilo Brunella, Marcovalerio e Alessio Dall’Oglio,Teresa Antonio, Michele Azzarone e i piccoli Marcello & Aronne

Social e Contatti

  • Facebook: https://www.facebook.com/herviolins/
  • Instagram: https://www.instagram.com/herviolins/

Leave a Reply

8 − 6 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.