Hot Ice: Re nell’Oblio | Video Ufficiale

Fuori il nuovo singolo del rapper veneto Hot Ice dal titolo Re nell’oblio, prodotto da Lorenzo Lambertini. Il video è stato realizzato da James Dawson con la compagnia teatrale Streben Teatro

Re nell’oblio è il nuovo singolo di Hot Ice, disponibile da lunedì 16 novembre su tutte le piattaforme digitali. L’ultima pubblicazione musicale del rapper veneto conclude la triade di brani solisti con videoclip pubblicati nell’arco di questo 2020.

In Re nell’oblio sono rappresentate le sensazioni di angoscia, inquietudine e ansia che tutti noi spesso sperimentiamo nelle più svariate situazioni. L’idea della “fuga” è un elemento chiave e ricorrente, anche nel testo, in quanto primaria reazione dell’essere umano di fronte ad uno stato d’animo come quello descritto.

Questa “fuga” però può assumere diverse declinazioni: è una scappatoia dall’ansia o da qualsiasi altra causa di disagio personale nel suo significato più introspettivo ed individuale, ma può rappresentare anche la fuga da una qualsiasi forma di oppressione, sia fisica che mentale, la ricerca del proprio io perduto, per arrivare a scoprire qualcosa che non ci saremmo mai aspettati o l’allontanamento da una realtà che non ci valorizza. Nonostante il brano sia prevalentemente introspettivo, non mancano accenni a questioni di carattere sociale, come il riferimento alla precarietà di alcune condizioni di vita in Italia, che da una parte portano le persone ad allontanarsi dal nostro paese, dall’altra, in alternativa, a vivere in una “routine abitudinaria” che quasi ci rende degli automi.

Efficace anche la critica all’ipocrisia e alla falsità della gente che “vive di slogan” o di “altruismo pro-forma”, mezzo per raggiungere i propri interessi personali.

Apre il testo e ritorna in modo circolare la metafora del gioco: una partita difficile da sostenere, in cui sembriamo pedine senza controllo sui nostri movimenti (“pedina di un gioco senza autonomia”). In un loop da cui sembra impossibile uscire vincitori, il “gioco” continua, ma ci rendiamo conto che le mosse sono sempre a nostro sfavore.

La produzione è stata affidata a Twister, alias Lorenzo Lambertini, artista bolognese che si occupa a 360° di musica elettronica (dall’ambient fino all’elaborazione di colonne sonore per progetti cinematografici ecc.). Il risultato è un prodotto di grande impatto, con il rap sulla drum ‘n bass che si apre su ritornelli melodici e più vicini al pop.

Le registrazioni sono state effettuate presso Apollo Limited Studio di Silea da parte di Bruce Blayne, il quale si è occupato anche del mixaggio e del master.

Il videoclip

La precedente e fruttuosa collaborazione con il regista e videomaker James Dawson (Giacomo Spoladore) e con la compagnia teatrale Streben Teatro in “Sopra al limite” ha spinto Hot Ice a riunire nuovamente questo team di lavoro per la realizzazione del videoclip ufficiale di “Re nell’oblio”. L’ambientazione principale è il Bosco dell’Osellino a Mestre, in cui ritroviamo alcuni degli attori (Pierandrea Agnini, Eros Ceschin, Laura Presazzi) correre come se scappassero da un qualcosa che crea in loro un profondo stato di inquietudine.

Sempre nel bosco è stata realizzata la scena del “rapimento” di Hot Ice, il quale si ritrova a diventare un personaggio super partes (il Re nell’oblio per l’appunto), come testimoniano le scene sul “trono” girate in Villa de Reali a Dosson (altro collegamento con il precedente videoclip) su gentile concessione di Gianluca Bertozzi.

Alla realizzazione del progetto hanno contribuito in particolare Pierandrea Agnini, per la realizzazione delle maschere, e Arianna Morosin, la quale si è occupata della grafica di copertina e delle foto di backstage.

Testo Re nell’Oblio – Hot Ice

Parto dal via, pedina di un gioco senza autonomia
ho claustrofobia, nel buio nascondo ogni anomalia
pura follia se vado avanti per inerzia
con l’ansia che mi brucia in petto, neanche un pensiero che rinfresca
spezzare la sequenza è un incubo, qua in Italia manca l’aria
in mano a pochi, a volte un singolo, è diventata troppo cara
ed è molto più di un sintomo una routine abitudinaria
e il resto in mano a Dio, il simbolo di una scelta arbitraria
com’è che va? Non so dirlo, dico bene per default
lancio un dado truccato e so già che perderò però
per orgoglio o incoscienza fingerò una volta di più
perchè so che più mi espongo più dentro muoio e vinci tu
resto nel loop in cui più mi alzo e più scendo, più scappo e più sto fermo
più vado avanti più arretro fino a restare indietro
da “niente di che” a “niente di peggio” è un attimo
qua non c’è niente per me come il cuore senza battito

Pagine su pagine che non posso leggere
senza un’immagine, senza poter fingere
al margine della voragine grido
resto qui finchè respiro
pagine su pagine che non posso leggere
senza un’immagine, senza poter piangere
al margine, ho voglia di dire addio
ma resto qui, re nell’oblio

Dico di no poco e no, non me lo posso permettere
quasi come se scordassi di scegliere
per me stavolta la fuga non è la risposta ma
una richiesta di nirvana pure senza Kurt
è facile perdere la ragione se non sei Kant
le mie chance in un diario lasciato ad Anna Frank
in intimità col disagio, ostaggio delle avversità
e dopo il viaggio cerco un atterraggio che dia libertà
cosa ne sarà di chi mi circonda?
io non voglio pietà, resto solo con la mia ombra
ciò che dai non ritorna e non ci si vergogna
tra chi vive di slogan, chi di altruismo pro forma
manca un passo ancora ma il traguardo è illusorio
quando quello che valgo poi lo decidono loro
compongo note intrise di sofferenza
e se cambia la cadenza torno al punto di partenza

Pagine su pagine che non posso leggere
senza un’immagine, senza poter fingere
al margine della voragine grido
resto qui finchè respiro
pagine su pagine che non posso leggere
senza un’immagine, senza poter piangere
al margine, ho voglia di dire addio
ma resto qui, re nell’oblio

Pagine su pagine che
senza un’immagine, se
al margine della voragine
resto qui
pagine su pagine che
senza un’immagine, se
al margine
ma resto qui, re nell’oblio

Social e Contatti

  • Facebook: https://www.facebook.com/Hot.Ice.Original/
  • Instagram: https://www.instagram.com/hotice_original/
  • Spotify: https://open.spotify.com/artist/1E82BRRV3H1qqDsNnNTfDW?si=lQD6m72WSdGQBkrM0V9YgA
  • Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCmX9ixfB5a3jygsVLjG9iyg

Tagged with: , , ,

Leave a Reply

19 − sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.