INTERVISTA | I Briganti Sabini ci raccontano Remusicando

Damiano Longo e Fausto Casara sono i Briganti Sabini nati in terra Sabina, nella provincia di Rieti ammazzano il tempo facendo musica sperando di riuscire a combattere tristezza e disgregazione. Abbiamo intervistato i Briganti e ci hanno raccontato del loro disco Remusicando

Ciao Briganti Sabini e benvenuti su Blog della Musica. In poche righe vi potete presentare ai nostri lettori?
Salve a tutti voi. Noi siamo i Briganti Sabini nati per l’appunto in terra sabina (provincia di Rieti) una piccola realtà di 1000 anime. Siamo un gruppo di amici che ritrovandosi in una taverna ad uccidere il tempo, condividono la stessa passione, comunicare con la musica.

Leggo sul vostro presskit che volete combattere tristezza, pochezza e disgregazione. E’ questo che percepite dal mondo? Come volete combattere?
Il mondo è cambiato in tante cose, tutto è molto più veloce e la gente non ha tempo da dedicarsi per rincorrere i propri impegni.Nella musica siamo ormai bombardati da canzoni che raccontano solo di quanto ci si senta soli e disperati in questo mondo. Noi non vogliamo combattere, vorremmo semplicemente che la gente davanti alla musica si diverta quindi cerchiamo melodie e testi nel quotidiano che strappino una lacrima ma anche un sorriso a chi ci ascolta.

Scopri di più su I Briganti Sabini, leggi la biografia qui

Il vostro nome I Briganti Sabini: come mai questa scelta?
Briganti perchè ci siamo RITROVATI in Sabina, solo io Longo Damiano sono purosangue (hahaahahahah). I ragazzi provengono da tutte le regioni di italia dalla Lucania alla Sicilia ma vivono in Sabina. Quindi Briganti e Liberi di amare tutta la terra. Sabini perchè è il posto dove è nato questo progetto. Umili operai che fantasticano e diventano Briganti MUSICALI senza armi senza differenze senza limiti.

Essere una band ora. Che Italia discografica vi trovate davanti?
Essere una band è molto difficile adesso. E’ chiaro che c’è chi costruisce un progetto e c’è anche chi fa l’operaio nello stesso. Noi ci siamo autoprodotti e abbiamo autofinanziato il progetto nelle nostre possibilità, ma abbiamo fatto da soli cosa che più ci soddisfa. L’italia discografica ormai a mio parere (Damiano) è molto distaccata da chi ha troppo da dire. Si cerca il messaggio diretto, il ritornello che entra in testa, i talent e le grandi agenzie portano l’acqua al proprio mulino quindi la velocità del tempo e degli spazi è troppo veloce per restare fermi a capire cosa stia succedendo. Quindi davanti non c’è discografia, internet sta avendo l’intero controllo.

Remusicando: che disco è questo nuovo lavoro dei Briganti Sabini?
Remusicando è un disco ispirato al Live che portiamo nelle piazze anche se non ci sono tutti i brani dello spettacolo Live. Dieci canzoni scritte da me (Damiano Longo) e poi Ri-arrangiate dal “Brigante Socio” Fausto Casara. Un disco dai mille colori, ogni canzone è diversa nello stile e nei contenuti. Dalla Vita quotidiana al viaggio poetico di ricerca. Una miscela di suoni che variano dal Rock al Reggae e poi si sposta al genere Latino. Ci sono anche brani Melodici insomma abbiamo cercato di mantenere lo stesso messaggio in vari gusti. Speriamo di esserci riusciti.

Ora che Remusicando è finito avete qualche rimpianto? Qualcosa che potevate fare e non è stato fatto?
Rimpianti no, ma è chiaro che se avessimo avuto i mezzi giusti sarebbe un prodotto diverso. Ma l’emozione e l’impegno che tutti abbiamo messo nel collaborare mi dice che più di cosi non potevamo. Siamo soddisfatti.

Se potessi ascoltare un unico brano del vostro nuovo disco, quale dovrei ascoltare? Perché?
Per il mio gusto ascolterei Cammino Lento un brano che parla dell’importanza del tempo che ci scorre addosso senza renderci conto che quel momento è ormai passato. Un invito all’unione e al brindare a questa Vita, che è una sola!

E le sonorità musicali invece? C’è un suono particolare che ricercate e che volete trasmettere?
Le musicalità sono ispirate all’ambiente che ci circonda, la musica di espressione suonata! Non esistono suoni particolari perché creare musica (o provarci) è già particolare e straordinario allo stesso tempo.

Di quale messaggio volete essere portatori con la vostra musica?
Un messaggio di Libertà. Tante figure, tanti colori, tante vite semplicemente Libere.

Grazie Briganti Sabini di essere stati con noi. Buona Musica!
GRAZIE A VOI a PRESTO.
Il Brigante

Info: https://www.facebook.com/BrigantiSabini/

Leave a Reply

19 − 15 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.