INTERVISTA | Lorenzo Sbarbati e la sua “Rivoluzione originale”

É uscito l’1 marzo 2024 in distribuzione Believe Music Italy il nuovo singolo di Lorenzo Sbarbati che ci presenta la sua personale Rivoluzione originale. Un nuovo capitolo (in attesa di un nuovo disco!) per il cantautore marchigiano, che di sè racconta che scrive brani come tanti, come tutti, e che oggi ci regala una canzone pop autobiografica e intensa, dalle atmosfere vintage: dedicata agli ultimi romantici, a chi si abbandona allo spleen e a chi ama i vecchi film.

Abbiamo chiesto a Lorenzo Sbarbati del Covid, di come è iniziato tutto e di come andrà, di come abbia diviso il palco con nomi del calibro dei Marlene Kuntz, e naturalmente anche del suo nuovo singolo Rivoluzione originale.

Ciao Lorenzo, come credi sia cambiato il mercato musicale da quando hai iniziato a fare musica? Il Covid ha avuto qualche ruolo in tutto questo?

Ho iniziato a fare musica più di 15 anni fa e nel frattempo sono cambiate molte cose. Onestamente alcune sono peggiorate: si fa più fatica a suonare dal vivo e a far ascoltare la propria musica a causa della sovrapproduzione che c’è oggi. Credo che il Covid abbia contribuito a dissolvere ulteriormente i rapporti umani, a farci vivere ancor di più nello schermo e la musica inevitabilmente ne ha risentito.

Ti ricordi ancora come hai passato la primissima quarantena? Sei stato tra quelli che se l’è vissuta bene?

L’ho vissuta malissimo, ero in piena promozione di “Paris, Marseille, Anvers”, uno dei miei primi singoli, stavo suonando per i locali e per le strade di tutta Italia e d’un tratto mi sono ritrovato come tutti agli arresti domiciliari. È stata dura.

Dici, a proposito del tuo ultimo singolo, che è nato in un periodo in cui “eri stufo del tuo essere ingombrante”. In quali ambiti?

In tutti gli ambiti della vita, dalle relazioni alla musica. Io sono uno ingombrante, che pensa tanto e che per ogni risposta ha dieci domande. Ogni tanto mi stufo di me stesso, quindi ho bisogno di mettermi da parte. “Rivoluzione originale” è nata così.

Ascolta Rivoluzione originale di Lorenzo Sbarbati

E’ mai capitato a Lorenzo Sbarbati di riascoltare i suoi vecchi brani? Come ti senti a riguardo? E hai mai pubblicato qualche brano che, oggi, non ti rispecchierebbe più?

Sì, quando riascolto cose vecchie penso sempre che oggi non scriverei più così, ma è un bene, è segno che interiormente c’è stato un avanzamento.

Come ha conosciuto il tuo produttore Ivan Amatucci? Hai compreso sin da subito che sarebbe stato quello giusto per te? E che tipo di influenze ha portato nel tuo nuovo singolo “Rivoluzione Originale”?

Io e Ivan siamo come fratelli. Ci siamo conosciuti all’Università e abbiamo vissuto quegli anni da coinquilini. Lui è un autore e un produttore eccezionale. Arriva a capire prima di me la direzione del brano che ho scritto, quando io stesso ancora non l’ho capita. Spesso scriviamo anche insieme perché abbiamo la stessa sensibilità. In “Rivoluzione originale” mi ha costretto a cantare almeno tre toni sotto rispetto alla tonalità in cui avevo scritto il pezzo; ovviamente subito mi sono opposto, ma alla fine mi sono accorto che aveva ragione lui, come sempre: era decisamente più emotiva. Ho scoperto un nuovo registro vocale e un nuovo mondo stilistico che sarà anche quello delle nuove canzoni.

Durante la tua carriera come cantautore hai avuto modo di dividere il palco con band del calibro di Marlene Kuntz o Brunori Sas. Qualche aneddoto in particolare che avresti voglia di condividerci?

Ero un ragazzino fissato con i cantautori e i gruppi del passato e ahimè conoscevo poco Brunori. Ce l’avevo a due passi ma non ci ho nemmeno parlato perché mi vergognavo che all’epoca avevo ascoltato giusto un paio di canzoni sue. E facevo bene a vergognarmi.

Questo 2024 sarà diverso per Lorenzo Sbarbati? In cosa?

Sarà un anno di concerti e di pubblicazioni. Speriamo l’anno della svolta, in cui far ascoltare a un pubblico un po’ più grande le nuove canzoni che usciranno.

Social e Contatti

  • Instagram: www.instagram.com/lorenzo_sbarbati
  • Facebook: https://www.facebook.com/lorenzosbarbaticantautore
  • Streaming: https://bfan.link/rivoluzione-originale

Tagged with: ,