INTERVISTA | James and the Butcher: un suono in continua evoluzione

I James and the Butcher sono una band italiana con un suono e un approccio al songwriting decisamente internazionali, infatti hanno suonato UK, Repubblica Ceca e Ucraina. Blog della Musica li ha intervistati in occasione della pubblicazione del loro album Plastic Fantastic

James and the Butcher: ciao e benvenuti su Blog della Musica. In poche righe vi potete presentare ai nostri lettori?
Ciao! noi siamo James and the Butcher da Bergamo, Chitarra/voce, Batteria, Tastiere ormai attivi da quasi 3 anni in questo progetto con concerti in Inghilterra, Rep. Ceca, Ucraina e ora su Blog della Musica!

Quali sono gli artisti che influenzano le scelte musicali dei James and the Butcher?
Scrivendo “a 6 mani” le influenze sono davvero tante (possono essere troppe?) spesso ci spingono ad approcciare diversamente i nostri strumenti, uscendo anche dalla “comfort zone” delle abitudini musicali di ognuno, è una scelta! fruttuosa? infruttuosa? alla fine è l’ascoltatore a deciderlo, noi ci divertiamo.

Plastic Fantastic: che disco è questo nuovo lavoro di James and the Butcher?
Plastic Fantastic
è l’urgenza di rigettare e ri-assimilare la plasticità degli standard di oggi, un disco estremamente eterogeneo ma collegato da un filo comune di malinconia espressa in modi e contesti sempre diversi, dall’amore agli antibiotici, dal glitch al tribale. Un pop controverso. O almeno, è quello che ci hanno detto di vedere.

Se potessi ascoltare un unico brano del vostro Plastic Fantastic, quale dovrei ascoltare? Perché?
Probabilmente se tu ascoltassi solo un brano ti faresti un’idea del disco completamente diversa, ogni pezzo è una visione approcciata diversamente di questa plasticità. Ma se dovessi scegliere sarebbe il primo singolo The Invisible Boy accompagnato dal bellissimo video di Fabio Bozzetto!

E’ uscito nei giorni scorsi 2nd Plan il terzo singolo che avete estratto dal vostro album. Ci raccontate questo brano e il video?
2nd Plan parla di fallire e riprovare, e di come noi ci rapportiamo ad essi: un video girato da Rocket Science che racconta il viaggio di una luce e della trasformazione della stessa. Non vogliamo raccontare troppo perchè va visto con un certo tipo di approccio privo di idee o di aspettative, giunti al terzo singolo e video abbiamo voluto che fosse lo spettatore a porsi delle domande.

C’è un suono particolare che ricercate e che volete trasmettere?
Il suono che ricerchiamo è quello che riteniamo più adatto al messaggio che vogliamo veicolare, cambia sempre, evolve come noi!

Esordire oggi, cosa significa per voi?
Esordire oggi, in Italia, cantando in inglese dici? significa che siamo pazzi e abbastanza testardi, ma è quello che siamo e non possiamo farne a meno.

Prima di lasciarci, raccontateci quali progetti avete in serbo per i prossimi mesi?
Per l’estate stiamo organizzando delle date per suonare il più possibile lo spettacolo live di Plastic Fantastic! Per i mesi successivi non possiamo dire ancora nulla. Grazie per aver trascorso un po’ di tempo con Blog della Musica

Grazie a voi!

Info: https://www.facebook.com/jamesandthebutcher/

Leave a Reply

4 × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.