INTERVISTA | Khalil e il nuovo singolo “Sola Stasera”

Roman Loielo, in arte Khalil, è un giovane artista nato e cresciuto in Calabria. Alla giovane età di 7 anni, si approcciò alla musica con la Breakdance, scoprendo in seguito l’HipHop e la sua cultura e non li ha più abbandonati. Il suo nuovo singolo è Sola Stasera, lo abbiamo incontrato e ce lo ha raccontato in questa intervista

Ciao Khalil e benvenuto. In poche righe ti puoi presentare ai nostri lettori?
Ciao, io sono Khalil, ho 18 anni e faccio musica. Sono nato e cresciuto in Calabria e faccio musica da quando avevo 8 anni. Faccio principalmente Indie-Pop e Rap/R&B.

Raccontaci come sono stati i tuoi inizi con la musica.
Nei primi anni di scuola elementare ho scoperto le poesie e mi affascinava molto il fatto di poter raccontare delle storie in rima. Così iniziai a scriverne per un po’. Poi in quarta elementare ho scoperto il Rap e da li mi si è aperto un mondo. Scoprì che si potevano fare poesie con una base musicale sotto e da quel momento in poi non mi fermai più.

Contaminazioni e ispirazioni. Khalil ascolta molto la musica di….?
Come detto in precedenza, mi appassionai alla musica con il Rap e la cultura HipHop in generale e fu così per molti anni. Crescendo iniziai ad avere sempre più influenze musicali di vario tipo.
Dal Punk-Rock Californiano all’Indie-Pop italiano.
Di italiani mi piacciono molto Tedua, Gazzelle, Mecna e Frah Quintale. Di esteri invece Jelani Aryeh, Frank Ocean, Choker e Jaden Smith.

Raccontaci del tuo incontro con “Soprattutto Musica”…
Conobbi il fondatore di Soprattutto Musica, Dj Blackflame, tramite un mio compagno di pugilato. Andai in studio per registrare un pezzo e gli piacqui subito. Dopo un paio di mesi di vari sessioni in studio, decise di propormi un contratto e l’idea m’interessò molto. Sono felice della scelta fatta, perché lavoriamo molto bene insieme e ho comunque la possibilità di dare spazio alla mia creatività e alle mie idee.

Parliamo del tuo ultimo singolo. Ci racconti la genesi di Sola Stasera? Come è nato?
Sola Stasera nacque durante l’estate. Ero molto ispirato dal mare, dalla gente che mi circondava e dalla malinconia che mi porto sempre appresso. Diedi carta bianca a Fin per la produzione, dopo avergli spiegato il mood che avevo in mente. Dopo circa una settimana mi arrivò la prima demo della base. Mi feci trasportare dalle melodie di Fin e Bleach (il chitarrista) e le parole vennero fuori da sole.

Parlaci ora dei testo di Sola Stasera: a chi si rivolge? Che cosa ci racconta?
Sola Stasera
non è dedicato a nessuno in particolare. Quando scrivo è come se scrivessi la scenografia di un film. A volte racconto di me e delle mie storie e altre volte invece, mi piace dare spazio alla fantasia, come in questo caso. Sono partito da un’immagine che avevo in testa. Una ragazza in casa da sola, con un bicchiere di vino rosso in mano e le lacrime che le scorrono sul viso, quando quella solitudine la riporta ai ricordi di una storia ormai finita.

E le sonorità musicali invece? Che strumentazione utilizzi? C’è un suono particolare che ricerchi e che vuoi trasmettere?
Dopo anni di pezzi scritti su type beat o producers fossilizzati su uno stile, ho conosciuto questo ragazzo di Ascoli. Mi piace molto variare con diverse sonorità e mood e con Fin ho fatto Jackpot. Stiamo cercando di crearci un suono tutto nostro, mischiando strumenti suonati in live e strumenti digitali. Non riesco ad etichettare il genere musicale che voglio fare, io do a Fin un mood e un’idea che ho in testa e il resto viene da sé. Senza stare a guardare il genere musicale.

Di quale messaggio vuoi essere portatore con la tua musica?
Con la mia musica mi piace esprimere me stesso, raccontando una storia, che in qualche modo possa rispecchiarsi anche nella storia di qualcun altro e quando ciò accade, mi sento la persona più felice del mondo. Non voglio esprimere un messaggio in particolare, voglio solo far stare bene le persone che mi ascoltano.

Come hai vissuto il tuo “essere un giovane musicista” in questo periodo di Covid?
In questo periodo di Covid non ho avuto grosse difficoltà, visto che da 5 anni vivo in Svizzera e qui non c‘è stato nessun Lockdown totale. Quindi ho continuato ad andare in studio senza problemi.

Prima di lasciarci, raccontaci quali progetti hai in serbo per i prossimi mesi…
Sto lavorando e sperimentando un sacco di roba nuova. Non vorrei dire molto, ma vi dico che nel mio piccolo, proverò a fare qualcosa di grande. Come si suol dire in questi casi… Stay Tuned!

Guarda il video Sola Stasera di Khalil

Social e Contatti

  • KHALIL: https://instagram.com/_khalilthegoat
  • DJ BLACKFLAME: https://www.instagram.com/djblackflame
  • FIN: https://instagram.com/finmvn
  • LINK STREAMING: https://lnk.site/sola-stasera

Tagged with:

Leave a Reply

9 + diciotto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.