KOS Kings of Subhumans: The Past is Over | Recensione

The Past is Over è il nuovo album dei KOS Kings of Subhumans registrato da Angelo Palma. Ecco la recensione di Blog della Musica

uomo in tuta spaziale in copertina del disco dei KOS Kings of Subhumans: The Past is Over

KOS Kings of Subhumans, The Past is Over

C’è una sirena che suona all’inizio di Gone with my Gun, il brano che apre, con potenza, The Past is Over, il nuovo album dei KOS Kings of Subhumans. È come l’annuncio di un disco che di sicuro farà di tutto per tenere sveglia l’attenzione dell’ascoltatore, per lo più riuscendoci.

Duo romano alternative rock dotato di grande energia, i KOS si formano nel 2015 e tra il 2018 e il 2019, oltre a una serie di concerti in supporto di band locali, decidono di registrare il loro nuovo album nella loro seconda casa, cioè lo storico Trafalgar Recording Studio di Roma.

The Past Is Over è registrato da Angelo Palma con l’assistenza in studio di Giovanni Illuminati. Anticipato dal ben accolto singolo, The Upsidedown, uscito a maggio 2020, l’album è uscito insieme al videoclip della title track, realizzato dal 3d producer Daniele Scali.

E fin dalle prime tracce è del tutto evidente la matrice del sound dei KOS: un impasto contemporaneo ma anche debitore del grunge anni Novanta, con uno sguardo particolarmente attento al lato Alice in Chains/Soundgarden della faccenda.

Suoni sporchi, pesanti, senza compromessi che emergono dai dieci brani di un disco che cerca più il conflitto che la pace. A dispetto dell’esiguità del numero degli elementi, il volume di fuoco si mantiene sempre molto robusto.

Ci sono brani particolarmente oscuri e furibondi all’interno dell’album, come Pioneers, in cui il drumming e la voce si fanno particolarmente sentire. Ci sono anche momenti leggermente più sfumati, ma non per questo meno esplosivi, come Ghosts Town, che ammette al proprio interno anche parentesi sonore quasi sognanti.

Il duo avrebbe dovuto presentare il disco a fine ottobre al Wishlist di Roma, ma per le ben note vicende l’appuntamento è stato rinviato a data da destinarsi. L’augurio è che si possa recuperare al più presto e poi bissare con molte altre date, perché è evidente che, seppure il disco costituisca un approccio ottimo alla musica dei KOS, la dimensione live sarà decisamente quella più congeniale al combo romano.

Ascolta The Past is Over dei KOS su Spotify

Social e Contatti

  • Youtube; https://www.youtube.com/watch?v=08-9lXPzSSk
  • Facebook: https://www.facebook.com/kingsofsubhumans
  • Instagram: https://www.instagram.com/kings_of_subhumans/
  • Tag @kingsofsubhumans

Tagged with: ,

Leave a Reply

diciassette + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.