INTERVISTA | Leyla Tommasi: con la christian music ho ritrovato me stessa

Leyla Tommasi cantautrice di christian music, vocal coach, cantante… dopo un periodo difficile della sua vita ha incontrato la fede e ha pubblicato un disco per la Moebius Records di Emmanuele Landini. Ce ne parla in questa intervista…

Ciao LEYLA e benvenuta su Blog della Musica. Ci racconti brevemente la tua storia?
Ciao Silvia e grazie per avermi invitata sul tuo Blog della Musica! Molto volentieri ti racconto qualcosa di me: posso dirti innanzitutto che la mia vita è stata una brutta avventura, fino a quando non ho incontrato veramente Dio.
Ho vissuto 40 anni nella paura, perché non avevo gli strumenti psicologico/educativi per vivere una vita sicura di me! A causa di una malattia molto pesante che mi portavo dietro, a causa di un susseguirsi di eventi traumatici cominciati nella prima infanzia e proseguiti fino al 2011… beh, posso dire che vivevo apparentemente felice, ma in realtà avevo molte paure e ho anche sofferto di depressione. Mi sentivo una sopravvissuta senza via di uscita….
Quando poi sentii il desiderio di avvicinarmi di più a Dio e cominciai a cercare di conoscere meglio Gesù, ecco che sono iniziati i primi miracoli nella mia vita. Innanzitutto intorno al 2009 sono inspiegabilmente guarita dalla malattia che mi aveva attanagliato tutta l’esistenza. In seguito, nel 2011, quando successe l’ultimo fatto tragico che “apparentemente “avrebbe dovuto distruggermi la vita… ecco, in realtà, invece, me la salvò… La mia vita è totalmente cambiata in meglio da allora, nel senso che Dio ha cambiato me, facendomi sentire AMATA e AIUTATA e di conseguenza la PAURA è SPARITA dalla mia esistenza e dal mio modo di pensare. Questo può accadere solo se siamo noi a fare il primo passo verso Dio. Lui ci lascia liberi di non cercarlo e di non chiedere il Suo aiuto. Ma se crediamo in Lui e lo chiamiamo con Fede, ecco che arrivano gli aiuti Celesti. Questa possibilità è data a tutti, ora ne sono certa.

Da insegnante a cantautrice di christian music: come ci sei arrivata?
In realtà scrivevo canzoni già a 28 anni, ma non avevo totale fiducia in me stessa, come ho detto prima. Facevo dei tentativi ma ai primi NO mi scoraggiavo subito! Ho fatto una bella carriera come corista, cantando in Tour live con i cantanti italiani, lavorando in studio di registrazione nei loro dischi o per le pubblicità. Poi nel corso degli anni ho anche studiato per essere una brava VocalCoach, approfondendo gli studi di anatomia della voce, proprio per trasmettere ai miei allievi quella sicurezza derivante da un buon uso della Tecnica vocale. Ho scritto anche un Libro sul canto dal titolo La Voce non è un’Opinione.
Tutte belle cose, vero? Ma non era la missione principale per la quale sono venuta al mondo.
Sono arrivata ad essere una cantautrice cristiana grazie all’incontro con Emmanuele Landini, mio Produttore artistico e fondatore della Moebius Records che ha anche la sezione della musica cristiana, e al mio Produttore esecutivo Baback Falamaki. Entrambi hanno hanno creduto nelle mie capacità umane e artistiche e così è nato il nostro progetto discografico!!

Cosa ti ha spinto a metterti in gioco sul terreno della Christian music: più la “fede” o la “religione”?
Dunque, la domanda è interessante visto che molti pensano la religione come una serie di regole imposte all’uomo da Dio sgarrando le quali veniamo fulminati col castigo divino. Non è davvero così. La RELIGIONE è quell’insieme meraviglioso di culti e atti che i fedeli seguono per attingere la forza e l’illuminazione alla Fonte stessa del Vero Amore, Dio, senza il quale il nostro personale discernimento tra cosa ci fa bene e cosa ci fa male sarebbe fortemente minato dai personali preconcetti, problemi psicologici, formamentis, barriere mentali, pregiudizi.
Seguire i consigli per la felicità originati da Dio con i Dieci Comandamenti e poi completati da Gesù che ha posto l’attenzione sulla Legge più importante ossia l’AMORE, la lettura della Bibbia e la pratica della preghiera e dei culti in Chiesa costituiscono quell’insieme di atti definiti “religione”.
La FEDE è credere nell’Amore di Dio Padre Creatore di ogni cosa e di Gesù Cristo Suo figlio, unica via per giungere alla Verità di Dio Padre Onnipotente, ossia alla Rivelazione di quello che ci aspetta dopo la vita sulla Terra, la Vita Eterna di gioia alla quale siamo tutti chiamati SE DICIAMO di Si. Per rispondere alla tua domanda è stata la Fede in Dio a farmi mettere in gioco nell’ambito della Christian Music ma questa Fede, e soprattutto il discernimento per capire che la cosa più bella che potessi fare nella vita era spendere i miei talenti al 100% per CHI me li ha donati, questo discernimento è arrivato grazie alla pratica della mia religione, perché più frequenti Dio più Lui ti dona Luce per comprendere le strade giuste da seguire. Quindi direi che Fede e pratica delle religione vanno di pari passo per vivere in pienezza di gioia.
Dunque entrambi gli aspetti mi hanno portato a decidere di scrivere canzoni cristiane. Potrò scrivere anche su altri temi, sociali, d’amore o altro, ma i testi delle mie canzoni saranno sempre impregnati della mia esperienza di Fede e di pratica religiosa perché questa è la mia vita.

Parlaci del tuo singolo AMORE 6 che è il brano della tua svolta.
AmoRE 6 è totalmente autobiografica. Ho voluto raccontare il passaggio che ho vissuto da una vita di depressione, di senso di solitudine, di smarrimento ad una vita di gioia nel cuore indipendentemente dagli eventi che si verificano.
Con ciò non intendo dire che io non abbia mai nemmeno un momento di tristezza, sarei un automa altrimenti. Intendo però dire che è cambiato nel profondo il mio approccio con la vita e con le persone. Dio mi sta insegnando ad AMARE. Io pensavo di saper amare, e invece ero molto lontana dal capirne il vero significato. Quando mi sono abbandonata TOTALMENTE con fiducia alla Sua Volontà, tutta la mia vita ha cominciato a rifiorire come sbocciano i fiori a primavera… AmoRE 6 è al tempo stesso una preghiera di ringraziamento a Dio e un racconto che vuole portare speranza nei cuori di chi ancora tentenna nel dolore e pensa di non farcela. A queste persone io dico: “Tutto posso in Colui che mi da forza”. Se ce l’ho fatta io, chiunque può, basta affidarsi a Gesù senza alcuna paura. Dio è Amore e RE allo stesso tempo!!

Dopo il singolo è arrivato anche un disco Natalizio, ma non solo. Ce ne parli?
Si dopo l’uscita del il singolo abbiamo realizzato il Videoclip di AmoRE 6 e lo abbiamo girato proprio nella Chiesa di S.Angelo a Milano dove è avvenuto il mio cammino spirituale! E poi ho avuto la possibilità di produrre un intero CD Spiritual/Natalizio grazie ad alcune persone che hanno creduto in me e mi hanno aiutata con grande passione e generosità. In particolare i miei Produttori, Emmanuele Landini e Baback Falamaki, Alessandro Talia, mio grande amico e tecnico del suono che ha registrato la maggior parte delle voci del disco, Luca Durante che ha arrangiato e suonato la chitarra su alcuni brani e poi Davide Rossi il pianista che ha suonato nel disco e mio compagno di viaggio nei concerti Live!

Quale è stato il criterio con cui hai scelto i brani per il disco?
Il criterio era quello di realizzare un CD spirituale e in parte anche natalizio trasmettendo quel senso di calore, di gioia e di emozione che solo certe canzoni sanno dare. Nella scelta delle Cover in lingua inglese ho interpretato i classici White Christmas e Silent night che da sempre mi fanno venire la pelle d’oca.. E poi non poteva mancare una divertente Jingle Bells e in stile swing molto retrò!
Nelle altre cover abbiamo cercato di portare l’ascoltatore ad emozionarsi con canzoni un pochino diverse dal solito come Qol Rinnah Wishouh, Shalom Adonai Shalom e una Tu scendi dalle stelle in versione Country/pop! Abbiamo inserito anche una musica sulla quale ho recitato due Preghiere del Divin Volere, il percorso spirituale che sto seguendo ora. Poi naturalmente ci sono le nostre canzoni inedite, AmoRE 6, Piccolo Re (che ho scritto immaginandomi Gesù Bambino) e un Magnificat molto dolce scritto da Davide Rossi. Il criterio è stato e sempre sarà: EMOZIONE…

Per gli arrangiamenti invece? Quale sonorità musicali ricercavi? Quale ambientazione particolare?
Anche per gli arrangiamenti le parole d’ordine erano: dolcezza, emozione, vibrazione. In Qol Rinnah e Shalom Adonai in particolare abbiamo cercato sonorità etniche avvolgenti che rimandassero ad ambienti e paesi lontani, liberando la fantasia e le emozioni evocate dai suoni degli strumenti scelti e dalla mia voce.

Per concludere raccontaci quali sono i tuoi progetti musicali per il futuro…
I miei progetti sono sicuramente di non fermarmi qui. Adesso stiamo suonando Live con lo spettacolo dal Titolo “Sulla Tua Parola” dove suoniamo le nostre canzoni e porgiamo Testimonianza di Fede. Tra qualche mese dovrei uscire con un altro singolo e poi, chissà… Intanto sto già scrivendo altre canzoni e se Dio vorrà continuerò a fare la cantautrice!

Ringraziamo Leyla Tommasi per essere stata nostra ospite.
Grazie a voi per l’intervista, un saluto a tutto lo staff di Blog della Musica e a presto!

Info: https://www.facebook.com/LeylaTommasiOfficial – Foto: by Bruno Garreffa One Way Studio

Leave a Reply

dodici + 13 =