Lingalad: Confini Armonici

La band lombarda Lingalad torna dopo cinque anni con un nuovo lavoro: Confini Armonici

Lingalad, Confini Armonici

Lingalad, Confini Armonici

Cinque anni dopo la pubblicazione di La Locanda del Vento, i Lingalad tornano con un nuovo disco al titolo Confini Armonici (Lizard Records). Una nuova ripartenza per questo gruppo che ha visto negli ultimi tempi il fondatore e cantante Giuseppe Festa diventare uno scrittore importante e un rinnovamento dell’organico del gruppo, mutando in quintetto con l’ingresso di Luca Pierpaoli, Dario Canato e Andrea Denaro accanto a Festa e al co-fondatore Giorgio Parato.

In questo quinto album, i Lingalad si sono ispirati proprio ai testi di Il passaggio dell’orsoL’ombra del gattopardo scritti appunto da Giuseppe Festa unendo così narrativa e musica con il risultato di un disco molto interessante sia dal punto di vista musicale che letterario: “I confini del mondo letterario e di quello musicale si muovono in modo armonico finendo per intersecarsi, creando un luogo, una “terra di mezzo”, in cui ha messo le radici la nostra musica”

Tra cantautorato folk-rock con un retrogusto di progressive, Confini Armonici si snoda in 11 tracce cantate, suonate ma soprattutto interpretate in modo molto personale dai Lingalad.

Sono stanco di questo “fuggire o morire” che sempre accompagna il mio passo…

Oltre a chitarra batteria e basso, strumenti etnici e un flauto che a volte ricorda quello di Ian Anderson formano la struttura sonora che accompagna le storie raccontate in questo disco. Storie di sogni, di uomini e donne, di morte come in Sogni d’oblio, Un Solo destino o il Diario di Maria.

Due vite, due strade, ma un solo destino. Due anime lungo lo stesso cammino

Storie che parlano di natura e di umanità. Un disco con un filo conduttore che ti fa quasi pensare ad un lavoro più di tipo concettuale che un semplice disco.

Fortezze di pensieri, rapporti da scalare, silenzi e il grande sogno di scappare da questi sedicianni, così scontati e vuoti…

Confini Armonici è arricchito da due tracce strumentali L’Ombra del Gattopardo e Il passaggio dell’Orso oltre alla numero undici L’Orante della Morte in versione instrumental che chiude questo splendido lavoro del gruppo lombardo Lingalad.

Tracklist Confini Armonici:

1 – Sogni d’oblio
2 – Orante Della Morte
3 – Occhi d’ambra
4 – L’ombra del gattopardo
5 – La grande orsa
6 – Nella terra di Aku
7 – Un solo destino
8 – Il passaggio dell’orso
9 – Nel diario di Maria
10 – Oltre il confine
11 – Orante Della Morte – strumentale

Info: www.lingalad.it

Leave a Reply

2 + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.