Luca Vagnini: un bel singolo prima del suo nuovo “debutto”

Luca Vagnini, marchigiano, arriva al suo “secondo debutto” con il disco L’invisibile. Ci presenta il suo nuovo lavoro nell’intervista al Blog della Musica e qui puoi vedere il video La Regina dei miei sogni

Purtroppo in questa Italia un artista anche dopo anni di gavetta, finchè non finisce in televisione, resterà sempre un emergente. Così anche il marchigiano Luca Vagnini che arriva dopo qualche anno da un secondo lavoro dal titolo “L’invisibile”, un secondo passaggio che ci piace sempre etichettare come “secondo debutto”. Lo avremo tra le nostre pagine dal 20 Giugno in poi, data dell’uscita su tutti gli store digitali e in distribuzione ufficiale per la EDEL. Intanto ci godiamo questo primo video di lancio del primo singolo estratto dal titolo “La regina dei miei sogni”. Eh già perchè sarà l’invisibilità, il sogno, la suggestione e tutte le nostre più sincere impressioni la vera chiave di volta di un disco che promette solo sincera musica d’autore italiana. Aspettandolo nei negozi, facciamo due chiacchiere con Luca Vagnini:

Luca Vagnini e l’invisibilità. Dando un occhio a questo disco in arrivo, da cantautore che rapporto hai con l’invisibilità di cui parli?
L’invisibilità è un concetto ben visibile, lo viviamo quotidianamente e sono particolarmente attratto dalle situazioni invisibili perché spesso sono le piu vere e quasi sempre ci stimolano! Nonostante il mio disco abbia sonorità molto pop, essendo un cantautore, ho provato a raccontare queste storie di persone e situazioni “invisibili”.

Sulle nostre pagine è già visibile il video de “La regina dei miei sogni”. Di tutti i brani di questo nuovo disco, cosa ti ha portato a scegliere questo singolo per anticipare tutto il lavoro?
Tutte le canzoni del disco trattano, come già detto, L’invisibilità… In questo brano parlo dell’amore o meglio ancora della donna che ami ma che, in qualche modo, è invisibile. Abbiamo scelto questa perchè ci sembrava la più adatta per l’estate, un brano che rimane in testa gia dal primo ascolto e per un singolo ci sembrava molto importante.

Un timbro di voce decisamente particolare. Ne hai fatto una caratterizzazione del tuo personaggio artistico oppure lasci che sia uno qualunque dei tasselli di questo puzzle?
Onestamente ho sempre cantato cosi, non articolo la voce… Semplicemente è naturale. Qualcuno ha spesso accostato il mio timbro e il modo di cantare a quello di Ivan Graziani… Chiaramente per me è un grande onore, ma cerco di restare il piu possibile originale.

Musicalmente parlando: ispirazioni e linee guida?
Musicalmente provo a seguire il mio istinto che ovviamente segue le mie passioni… Cantautorato italiano e pop britannico anni 60 è quello che ho sempre ascoltato, sin da piccolo. Chiaramente qualche riflesso si può sentire nella struttura dei brani e nelle melodie, ma di questo ne vado fiero!

Cantautore o musicista? Autore o cantante? Insomma… Luca Vagnin chi è?
Luca Vagnini è un appassionato di musica, qualsiasi musica, riverso in essa ciò che mi va di dire in ogni forma… Ho tanto piacere a scrivere, musicare, cantare e suonare ciò che faccio. Non riesco a dirti ,dunque, come catalogarmi… A me piace essere e fare tutto e proverò sempre a fare tutto.

E nella vita privata continui ad esserlo oppure l’arte fa parte della tua fetta di “invisibilità”?
Mi sono diplomato all’Istituto d’Arte “Appolloni” di Fano. Diciamo che l’arte non è invisibile per me. La coltivo da sempre non solo con la musica ma anche con la pittura e il disegno. Insomma… Quello che sentite nei miei dischi e nelle mie canzoni sono semplicemente io.

Info: https://www.facebook.com/Luca-Vagnini-173508302705014/?fref=ts

Leave a Reply

cinque × quattro =