Marco Vezzoso: 14/7 Du Cote de l’Art

MARCO VEZZOSO ha pubblicato il disco 14/7 Du Cote de l’Art uscito per Egea / Incipit Records che racconta l’attacco terroristico avvenuto a Nizza il 14 luglio 2016

Marco Vezzoso, 14/7 Du Cote de l'Art - copertina disco

Marco Vezzoso, 14/7 Du Cote de l’Art

E’ uscito 14/7 DU CÔTÈ DE L’ART il nuovo disco del trombettista jazz MARCO VEZZOSO (Egea / Incipit Records). L’album è parte del progetto autobiografico discografico e teatrale 14/7 DALLA PARTE DELL’ARTE che lo vede protagonista insieme all’attrice CHIARA BURATTI e che racconta l’attacco terroristico avvenuto a Nizza il 14 luglio 2016.

Interamente composto da MARCO VEZZOSO e suonato con il suo quartetto jazz, l’album 14/7 DU CÔTÈ DE L’ART è un doppio CD: il primo, Du côtè de l’art, contiene 9 brani strumentali con i quali Marco si afferma come compositore dalla grande forza melodica e ottima capacità nel creare particolari concatenazioni armoniche; il secondo disco, 14.07 Promenades, è un racconto del tragico attentato terroristico di Nizza, vissuto in prima persona dal trombettista. Per questo disco sono stati scritti appositamente 3 canti dal poeta italiano Giannino Balbis: Promenade des Anglais, Promenade de sang, Promenade des sans-guerre.

I canti, che formano insieme alla musica un continuum letterario-musicale di straordinario impatto emotivo, sono stati interpretati da CHIARA BURATTI in lingua italiana e da MARC DURET sia in lingua francese sia in lingua inglese.

«14/7 è il mio personale contributo al tragico attentato terroristico avvenuto a Nizza nel 2016 del quale sono stato malauguratamente testimone. Il processo creativo che mi ha portato alla composizione dei brani e alla loro esecuzione – racconta MARCO VEZZOSOè stato per me innanzitutto una terapia che mi ha permesso di allontanare i brutti ricordi e trasformare questo dramma in un progetto artistico con l’ambizione utopica di dare una risposta, dal punto di visto dell’arte, alla violenza che insanguina il mondo. Ogni passo che mi avvicinava alla finalizzazione del progetto discografico era un passo che mi allontanava da quella tragica serata. La musica è stato il mezzo che mi ha permesso di urlare al mondo i sentimenti e gli stati d’animo che avevo dentro e che non sarei mai stato in grado di esprimere in altro modo. Nonostante ciò, ho ritenuto necessario completare con le parole l’espressione delle mie emozioni, al fine di rendere universalmente accessibile il mio messaggio. Grazie alla sensibilità del poeta Giannino Balbis, e dopo innumerevoli ore di discussione a quattr’occhi, il progetto ha preso forma concretizzandosi in un mélange tra musica e poesia».

Social e Contatti

Marco Vezzoso:

www.facebook.com/marco.vezzoso.5
twitter.com/marcovezzoso
www.instagram.com/marco_vezzoso/
www.youtube.com/c/MarcoVezzoso
marcovezzoso.com/

Chiara Buratti:

www.instagram.com/chiaraburatti100

Tagged with: ,

Leave a Reply

11 + 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.