Massaroni Pianoforti, cantautonomo

Gianluca Massaroni in arte Massaroni Pianoforti, come la ditta di famiglia, inizia la sua storia artistica nel 2006. Dopo varie esperienze pubblica quest’anno il suo disco GIU, ecco la sua storia…

Di nome fa Gianluca Massaroni, nasce nel Novembre del ’76 a Voghera, trascorre l’infanzia traslocando spesso nei dintorni della città, poi si emancipa dentro un garage che ribattezza “monolocale rosso” facendo il trasportatore e l’accordatore di pianoforti nella ditta di famiglia (Massaroni Pianoforti, appunto). Inizia ufficialmente la sua attività artistica nel 2006 partecipando con il brano Le case in Costruzione al Musicultura Festival e vincendo sia il Premio della Critica che il Premio per il Miglior Testo. Il 2013 lo vedrà di nuovo dentro la cornice dello Sferisterio di Macerata tra gli 8 finalisti del Musicultura Festival con il brano Lavanderia a gettoni e con la nuova ragione sociale Massaroni Pianoforti.

Ma ritorniamo al 2007 quando, dopo aver figurato con un brano inedito dal titolo Canzone d’autore alla compilation di tracce B-Side scelte da Alessio Bertallot, firma con la Sony Ed. dove per brevità verrà chiamato… autore. Fantastico, il destino pare sorridergli a denti sgranati, come la più classica delle emoticon. E’ durante quel periodo che avviene l’incontro con Eros Ramazzotti che ascoltandolo per puro caso alla trasmissione di Bertallot su Radio DeeJay (B-Side) decide di contattarlo e di produrre il suo disco d’esordio dal titolo L’Amore Altrove uscito in Ottobre del 2009. Ma non succede nulla: nel 2010 il contratto viene rescisso causa “insuccesso radiofonico e mancato supporto promozionale” e si chiude il percorso concordato dalle parti. Succede spesso così, e non solo in Italia. Vietato disperarsi.

Lui sceglie di archiviare subito questa storia e adotta il nome d’arte Massaroni Pianoforti. Nel 2011 partecipa in solitaria – da qui in poi amerà definirsi “cantautonomo” – al concorso Martelive: supera alla grande la selezione regionale in Lombardia. In quel periodo si esibisce spesso e volentieri a Spazio Musica, storico locale pavese, e lì gli riesce di aprire i concerti di band e cantautori: OfflagaDiscoPax, Andrea Chimenti, Roberto Dellera, Umberto Maria Giardini, Marta Sui Tubi.

Nel 2013 è tra i primi artisti a tentare la scommessa crowdfunding sul portale musicraiser.it. La raccolta di fondi realizzata gli offre l’opportunità di registrare il suo secondo disco – stavolta col nome d’arte Massaroni Pianoforti – con il supporto di Cesare Malfatti (La Crus) e Maurizio D’Aniello. Si intitola Non date il salame ai corvi, edizioni BMG e distribuito Universal.

Nel 2016 ritenta il percorso indipendente del crowdfunding che lo porterà ad incidere il nuovo disco, dal titolo GIU, uscito il 1° Gennaio 2017.

Info: https://www.facebook.com/massaronipianoforti

Leave a Reply

diciotto − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.