INTERVISTA | Pia Tuccitto: il romanticismo si fa ROCK

Nuovo disco per Pia Tuccitto una delle più famose rocker italiane della scena indipendente. E indipendente, questa volta, lo è in tutto e per tutto: Pia Tuccitto sforna un nuovo bellissimo disco dal titolo Romantica io

Pia Tuccitto, libera da contratti discografici, liberà da produzioni e da firme importanti come quella che ha governato il successo della sua E… cantata da Vasco Rossi e che finalmente ora riascoltiamo incisa su un disco della legittima proprietaria. E oltre a questo viaggio nel passato, anche tante scritture nuove che sottolineano inevitabilmente come il sapore romantico della canzone italiana può aver poco a che fare con il santo pop. Romantica io è un gran bel disco di rock… come tradizione insegna.

Mi piace sempre partire dalle cose più esplicite come le immagini di copertina. “La Rocker”… una tua opera nata per il disco o che hai deciso di “utilizzare” ora in questo modo?
La Rocker è un soprannome dato da Nicola Lo spericolato nel 2003, non aveva ancora un corpo e un’anima, fino a quando due anni fa mentre dipingevo una maglia è venuta fuori…era lei La Rocker…!!! Quando poi ho deciso di non fare uscire un singolo ma un Album mi è venuto naturale metterla in copertina.

Immagino ti senta rocker non solo nella musica ma anche nella vita che sei… o sbaglio? Il rock in qualche modo è la vita che si fa?
Si è proprio così,… la semplicità e l’ingenuità di una bambina è quello che mi rappresenta …per me questa sono io e questo è il mio essere rock.

“Romantica io” è un disco che ridefinisce i confini… ridefinisce le tue proprietà, non è così? Torni a riprenderti quel che era tuo… oltre alle nuove canzoni intendo… e qui mi riferisco al grande successo “di Vasco”…
Io non ho confini…canto solo la mia musica ed E… è una delle tante canzoni che ho scritto e che canto dagli anni 90.

Con Federica Lisi hai vissuto l’esperienza del reading “ioelei” e quindi la ritroviamo anche nel brano “Tu sei un sogno per me” pubblicato come singolo lo scorso ottobre. Come nasce questa collaborazione?
La collaborazione con Federica nasce dal nostro incontro al Barone Rosso di Red Ronnie nel 2014. Con lo spettacolo “ioelei” insieme alla mia band, abbiamo girato tutta Italia con un forte messaggio sociale, donando più di 70 defibrillatori ed oggi appoggiando il Progetto Brasile della Fraternità Francescana di Betania. “Tu sei un sogno per me” è la colonna sonora dello spettacolo ed è stata prodotta insieme a Frank Nemola.

E come ti di senti, da rocker, in una dimensione più intima, letteraria, narrativa come quella di un reading?
È un altro modo di approcciare il palco, più riflessivo, un’esperienza che mi mancava.

Leave a Reply

cinque × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.