Piermatteo Carattoni: Lasciali Riposare | Video

Il cantautore Piermatteo Carattoni ha pubblicato per Lotus Music il singolo e video Lasciali Riposare, un brano che “parla” all’Autore su di un arrangiamento per quartetto d’archi…

La storia musicale del cantautore Piermatteo Carattoni inizia nel 2010, ma è solo oggi che inizia il suo percorso artistico come solista e lo fa pubblicando il singolo Lasciali riposare, accompagnato dal videoclip realizzato da Andrea Parolo.

Lasciali Riposare è una canzone che parla al suo autore e sostiene che “se i resti di ogni sogno infranto sono nella polvere c’è una ragione”, ovvero che tutto succede a causa di motivi intrinsechi, necessari. E che, nonostante nostalgia e malinconia, i “cadaveri” di rimorsi e rimpianti vadano, a un certo punto, lasciati riposare. Il video rappresenta gli stati d’animo di Piermatteo davanti a tutte le sue passate produzioni video che scorrono di fronte ai suoi occhi, al televisore, fatte girare da un vecchio VHS. Il quale alla fine viene riposto nel cassetto da dove era uscito, con uno stato d’animo che è un mix di serenità, consapevolezza e voglia di continuare a scrivere quella storia, ma senza nessun senso del dovere rispetto al proprio passato, né frustranti aspettative legate al dover assomigliare per forza all’idea che si ha di sé.

Il brano ha un arrangiamento molto emozionante per solo quartetto d’archi che gli dona una sonorità molto particolare e ti ritrovi per qualche istante in tempi

Il singolo è disponibile sui migliori digital store e su youtube dove potete gustarvi il videoclip di Lasciali Riposare.

Testo Lasciali Riposare – Piermatteo Carattoni

Lasciali riposare
Quei tuoi ricordi che non fanno più dormire vogliono restare
Per provare a poco a poco di capire e cosa vuoi capire
Chi se n’è andato è perché non è lì con te che voleva stare
Lascialo fare
Lasciale andare
Quelle parole che poi non avrai la forza di dimenticare
Dover pensare che sei stato veramente tu a poterle pronunciare
Non basterebbero altre 10 vite per saperti perdonare
E allora perché non ti vesti e non ti prendi un paio d’ore
ti credi così duro che non possa farti bene un pò di sole
Là fuori è pieno di persone che hanno già deciso di star bene
Perché a volte anche il dolore sembra quasi un gioco
Un esercizio di uno stile che a me non interessa più
Come a disegnare un senso scopri un universo dentro di te
Non sai se c’era prima, adesso c’è
La tua compagnia nel tempo un attimo che scocca eterno da qui
Fino ed oltre Kalypolis
Lasciali riposare
Gli occhi stanchi di chi giorno dopo giorno cerca di volerti bene
Con un’ostinazione che persino tu sai di non meritare
E quella smania di tenere sempre tutto stretto falla naufragare
Fammi sentire l’onda che oramai ti esplode dentro falla respirare
Guardare insieme l’alba di una nuova idea che cresce con amore
E dopo anni non sapere ancora come definire
Questa buffa malattia sottile
Questa droga, questo vizio che ti porta su
E poi mi butta giù dentro un silenzio immenso non ritrovo più
Giù…le stesse visioni che
Come a disegnare un senso svelano un immenso dentro l’oblio
Non so neanche se l’ho inventato io
Una compagnia da dentro fantasia di un sogno a tempo
Come a disegnare un senso scopri un universo dentro di te
Non sai se c’era prima, adesso c’è
La tua compagnia nel tempo un attimo che scocca eterno da qui
Fino ed oltre Kalypolis
Lasciale stare
Le ferite le opinioni e pure le poesie non sono che parole
Quello che conta veramente sono solo io, sono la tua canzone
Se i resti di ogni sogno infranto sono nella polvere c’è una ragione
Lasciali Riposare

CREDITS

Parole e Musica di Piermatteo Carattoni
Arrangiamento e Direzione Artistica di Marco Capicchioni
Registrato al Minefield Studio
Prodotto da Lotus Music Production

Info: www.facebook.com/piermatteocarattonipmc/

Leave a Reply

quindici + 19 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.