Polly: Arcobaleno Nero (feat. Peter Paletta) | Video

Arcobaleno Nero è il video dell’ultimo estratto da Petit Mauresque di Polly con la partecipazione di Peter Paletta

Arcobaleno Nero è la realtà che stiamo vivendo oggi: un mondo surreale in cui il digitale e il preconfezionato hanno preso il sopravvento.

Il brano, firmato dal rapper Ravennate Polly in collaborazione con Peter Paletta e prodotto da Stamba e Nicolò Missiroli, è accompagnato da un video diretto da Artio & ProveThem Wrong girato a Ferrara, dove l’artista ha studiato.

Arcobaleno Nero rappresenta l’ultimo tassello di Petit Mauresque, primo disco ufficiale da solista del rapper distribuito da Bm Records.

L’alto livello intimistico dell’artista raggiunge il suo apice su un brano apocalittico e sconvolgente.

Testo Arcobaleno Nero – Polly

Teschi negli occhi
tu con me non ci torni
al cimitero dei vivi dal paese dei balocchi
sono fiocchi di neve
ottimi corpi di zombie
che danzano sospesi su invisibili catene
tu tremi se mi vedi perché ti ricordi ancora
della tua cattività a Puertorico in paranoia e ho ancora
tre neuroni in salvo dalla propaganda
li uso per darmi fuoco in piazza di fronte al Dalai Lama
metodi di rapina
rapper di copertina
man non ti ho visto prima
kalashnikov prima linea
ti regalo un cucchiaino speciale che ciao
puoi usarlo per scavarti dentro come a Birkenau
appendo le speranze al palo
nei deserti dell’est aspettando il grande caldo.

Teschi negli occhi
tu con me non ci torni
al cimitero dei vivi dal paese dei balocchi
sono fiocchi di neve
ottimi corpi di zombie
che danzano sospesi su invisibili catene
tu tremi se mi vedi perché ti ricordi ancora
della tua cattività a Puertorico in paranoia e ho ancora
tre neuroni in salvo dalla propaganda
li uso per darmi fuoco in piazza di fronte al Dalai Lama
metodi di rapina
rapper di copertina
man non ti ho visto prima
kalashnikov prima linea
ti regalo un cucchiaino speciale che ciao
puoi usarlo per scavarti dentro come a Birkenau
appendo le speranze al palo
nei deserti dell’est aspettando il grande caldo.

Mi sveglio nella macchina
le chiavi non ci sono
in mano ho un gin tonic
la vita la abbandono
la vodka sulla maglia
sembra l’alba non so che ore sono
non mi conosci se mi dici che col rap funziono
sei morta e non lo sai
ti ripigli quando mai
lo scheletro cammina a piccoli passi vedrai
nelle feste
capobranco tra le bestie
taglio gole come sempre
l’anima ha le sue finestre
l’animale le apre e la prende
carnevale di violenza rebelde
la città quando ha fame ti prende
è il poeta con il crick in mano
ti dice di seguirlo nell’inferno nel quale bruciamo
tic tac sento odore di lancette
acufeni a chi chiedi gli orari dei treni che perdi
stasera faccio un salto al cimitero dei vivi
hai un cervello di riserva?
procedi a tentativi

Credits

Voce e testi: Polly, Peter Paletta

Strumentale: Nicolò Missiroli, Stamba

Video: Artio & Prove Them Wrong

BM Records

Social e Contatti

  • Instagram: https://www.instagram.com/polly_rap/
  • Facebook: https://www.facebook.com/pollyimnotthefuture/

Tagged with: , , ,

Leave a Reply

3 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.