SAITA cantautore

Roberto SAITA, classe 1989, approda nel 2018 a Sanremo Giovani con il branoNiwrad. Cantautore, musicista e artista poliedrico attualmente si vive tra la Svizzera e il Kossovo. Scopri chi è nella nostra biografia

Roberto SAITA, cantautore, musicista e artista poliedrico, spazia dal pop al rock, dal funky al reggae e al blues. Ultimo di tre figli maschi, nasce il 16 ottobre 1989, da madre Siciliana e padre Italo-argentino e abita con la sua famiglia in Svizzera, dove i genitori si sono trasferiti per motivi di lavoro. Saita è un ragazzo molto umile e di grande cuore, già da bambino si notano le doti artistiche, quindi da subito i genitori capiscono che quella sarà la sua strada.

Inizia così un percorso articolato tra studi e serate come solista in giro per la Svizzera, al punto che forma la sua prima band che di fatto, si chiamerà Saita Band.

Con i primi concerti in giro per il paese con la sua band, Saita matura sempre più il suo essere artista. Iniziano anche le sue prime incisioni, da lui scritte e arrangiate, sia come cantautore che come cantante della sua band. Adesso SAITA è pronto ad affrontare tutto quello che la vita gli riserverà.

Attualmente si divide tra la Svizzera e il Kossovo per la realizzazione del suo primo album.

SAITA arriva Sanremo Giovani nel 2018 con il brano NIWRAD, una canzone che parla di emozioni e di semplicità. Il testo di NIWRAD è di Marco Leali e Roberto Saita mentre la musica di Roberto Saita, Bruno Sonetto, Besim Baftiu, Durim Krasniqi.

«Il Brano è stato scritto insieme ad un amico che ha vissuto un’esperienza personale. Niwrad significa Darwin al contrario, proprio per sottolineare l’involuzione, mentre come si sa, la teoria di Darwin è il contrario. Questo per evidenziare l’errore nel pensare che un meccanismo complesso sia più evoluto di uno semplice. Cerchiamo sempre la perfezione, ma in realtà continuiamo solo ad adattarci alle condizione e all’ambiente che ci circonda per sopravvivere. Siamo in realtà troppo vulnerabili e non solo fisicamente ma anche emotivamente. Può sembrare una visione pessimistica, ma in realtà è il contrario. Cercando di vivere appieno le cose semplici, riusciamo a goderci maggiormente la vita stessa. Essere consapevoli di tutto, anche delle cose più difficili, accettando anche i propri limiti».

Info: https://www.facebook.com/SAITA-210401922921964/

Leave a Reply

10 − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.