INTERVISTA | The Kraken Music: dal Brasile all’Italia con il singolo Freak

The Kraken Music, cantautrice emergente di musica elettronica e dance proveniente dal Brasile ma che si sta facendo conoscere in tutto il mondo. Il suo nuovo singolo è Freak pubblicato insieme al produttore italiano Mr. Diddy. Blog della Musica ha intervistato The Kraken

Oggi su Blog della Musica ospitiamo The Kraken Music: ciao e benvenuta. Per chi non ti conosce, puoi presentarti in poche righe?
Ciao, sono Kraken, sono una cantante e compositrice di Pop Elettronico o Dance Music. Penso che il miglior modo per descrivermi sia dirvi quello che mi propongo di fare con la mia musica, voglio trasformare le persone, farle sentire meglio con se stessi perché è quello che la musica ha fatto per me. Per raggiungere questo obiettivo ho preso molto sul serio lo studio della musica e del canto, ho studiato 10 anni per poter essere abbastanza sicura di essere pronta a creare ciò che volevo. Ho 24 anni, e una mia canzone è già stata pubblicata nel 2016 sulla raccolta Hit Mania, due dei miei ultimi singoli hanno già superato il mezzo milione di ascolti e visualizzazioni su YouTube e Spotify, ed è incredibile riuscire ad intrecciare un rapporto con persone che si sentono toccate dalla mia musica, i miei fan, i miei “pirati”. Sono contenta di quello che ho fatto ma non vedo l’ora di mostrare a tutti a cosa sto lavorando.

Come ti sei avvicinata alla musica?
Pur avendo sempre amato la musica, mi sono iscritta ad un corso di canto perché volevo imparare a parlare meglio, ci credi?
Mi sono talmente innamorata delle tecniche vocali che non ho mai smesso di studiare. Con il songwriting era diverso perché i miei insegnanti volevano che io lavorassi su musica originale, e sono rimasta molto sorpresa dal fatto che non appena sentivo le note tutto sembrava prendere un senso: sapevo quali parole mettere e quale melodia dare alla canzone, è stato un processo, e lo è tuttora, per me molto veloce e naturale.

Influenze e contaminazioni musicali: The Kraken Music ascolta molto la musica di…?
Cosa mi contamina… Non riesco a pensare a un modo migliore per rispondere se non parlando di culture. Io vengo dal Brasile, metà della mia famiglia viene dall’Italia e l’altra metà è divisa tra portoghese, tedesco, africano e brasiliano. E considerato che la maggior parte delle famiglie del Brasile sono così, sono cresciuta influenzata da un mix di culture e mi sento a mio agio in molte di loro, ed è per questo che non è stato difficile per me lavorare con il pop, dance, rap, hip-hop, rock’n’roll… E’ difficile definire i miei riferimenti musicale…

Freak è il tuo nuovo singolo. Ci racconti qualcosa?
Quando ho scritto questa canzone pensavo al modo in cui alcuni ragazzi, soprattutto gli stranieri, trattano le ragazze alle feste, ai festival e nelle discoteche, flirtando insistentemente convinti che tutte le ragazze stessero solo giocando a qualche strano gioco. L’ho visto succedere così tante volte che ho pensato di scrivere una canzone adatta alle discoteche e che potesse dare una prospettiva diversa, che mostrasse che solo tu sai cosa è meglio per te o cosa ti piace fare, e che sei sempre tu che fai le regole. Beh, è iniziato qualcosa di incredibile! Le ragazze hanno iniziato a condividere con noi le loro storie su come hanno trasformato una situazione spiacevole in un’opportunità per fare il punto con se stesse. Stiamo iniziando a pubblicare i loro video al fine di diffondere ulteriormente questo concetto. Sono molto felice di essere parte in questa “connessione” perché questo è ciò che la musica significa per me.

Come è nata la collaborazione con Mr. Diddy?
Lavoravo con un grande team di produttori svedesi con cui lavoro ancora, e ho iniziato a condividere le canzoni che stavo creando su SoundCloud e su Youtube. Mr. Diddy (italiano) mi ha contattato e abbiamo iniziato a lavorare su una canzone, era più in stile Pop il che era molto diverso per me abituata a lavorare con musica House e Dubstep, ma la canzone si è trasformata velocemente in qualcosa che poteva diventare una Hit, così abbiamo iniziato a lavorare su altri brani, più di cinque canzoni al mese per un anno, ma alla fine dell’anno, la seconda canzone che abbiamo pubblicato è stata firmata da Universal Music e pubblicata su Hit Mania insieme ad artisti come Jason Derulo, Hardwell, Avicii e molti altri. Così abbiamo deciso di creare la nostra etichetta discografica, chiamata DK Records.

Il testo di Freak: di cosa parla? A chi è rivolto?
Freak
significa mettere te stesso al primo posto e non lasciare che la gente pensi di sapere cosa vuoi fare o dove vuoi andare, nessuno lo sa meglio di te. Ci sono alcune parti del testo che sono molto divertenti. È una canzone da suonare in discoteca, è una canzone con cui si balla, ma la cosa più importante è che una canzone sulla fiducia, senza gridare e senza fare scene… È quello in cui credo, e non ha bisogno di suonare come una predica, è qualcosa di naturale, devi credere in te stesso, avere rispetto, per te e per gli altri.

Mentre per la parte musicale di Freak? Parlaci del suono che hai realizzato in Freak e che ricerchi nelle tue canzoni…
Freak trova riferimenti musicali nel Reggaeton e nel Dubstep ma in uno stile più Dance Music, i testi hanno momenti diversi per creare la scena che volevo che immaginassi, per me è stata molto chiara la storia che volevo raccontare, così il concetto sarebbe stato proprio come succede nella realtà. Per le mie prossime uscite, ho già dei brani in programma nei prossimi mesi, quello che posso dire è che anche se il mio stile è Electronic Pop (Dance Music), ogni canzone ha una sua storia, quindi cambiano anche i riferimenti musicali. Una anticipazione potrebbe essere quella di una canzone dance romantica…

Come è la scena musicale in Brasile?
Il Brasile ha una scena musicale bellissima quando si tratta del nostro background culturale, ma sento che c’è ancora molto da imparare quando si parla di strutture e aziende musicali…

Cosa pensi della musica Italiana?
La adoro. Ho iniziato ad ascoltare molti artisti italiani nel 2016, mi piacciono molto Fedez e J-AX, Alessandra Amoroso, Ghali… prima studiavo molto i classici, in particolare le opere.

Puoi raccontarci quali saranno i prossimi progetti musicali di The Kraken Music?
In questo momento, oltre alla promozione di Freak, sto preparando il mio tour, quindi ho avuto settimane molto impegnate perché voglio che ogni dettaglio sia pronto e curato. Ho intenzione di mostrare la storia di The Kraken con immagini, musica e molto altro. Cominceremo pubblicando dei teaser nei prossimi mesi; la prima parte del tour inizierà negli Stati Uniti. Nei prossimi mesi usciranno altri più singoli e ci sarà una performance dal vivo su Internet.

Grazie a The Kraken Music per essere stata con Blog della Musica. A presto.
E’ stato un piacere. E’ stata una intervista molto bella. Grazie

Info: https://www.facebook.com/TheKrakenMusic/

Leave a Reply

19 − tre =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.