Tv Lumière: Avrei dovuto odiarti | Recensione

I Tv Lumière pubblicano il nuovo album Avrei dovuto odiarti per l’alternative label I Dischi del Minollo: suono e prosa che evocano la migliore letteratura cantautorale italiana

Tv Lumière - Avrei dovuto odiarti

Tv Lumière, Avrei dovuto odiarti

Avrei dovuto odiarti è il quarto album dei Tv Lumière, uscito il 22 marzo scorso per l’alternative label I Dischi del Minollo. Gli aneliti noise-rock e dark (band di riferimento Swans, Nick Cave and the Bad Seeds, Ulan Bator e Sonic Youth) lasciano spazio ad atmosfere folk, dove i testi diventano un canale comunicativo necessario quanto il motivo sonoro.

Ancora una volta la band di Terni ci incanta con delle epifanie di suono e prosa che evocano la migliore letteratura cantautorale italiana.

Le nove canzoni, che godono del magistrale aiuto di Carlo Zambron alla registrazione, sono: “un intrigo di oscure ballads dalle melodie ammalianti, muri di suono e violenti assalti chitarristici, in pieno stile TV Lumière“.

I TV Lumière sono Federico Persichini alla chitarra e voce, Ferruccio Persichini alla chitarra, Yuri Rosi alla batteria e Alessandro Roncetti al basso.

Ed ora passiamo alla recensione del disco.

Chi da sempre segue i TV Lumiere si sarà chiesto che fine avessero fatto e se avessero ancora intenzione di regalare emozioni come hanno fatto con i precedenti lavori, ebbene si, la band di Terni è finalmente tornata alla ribalta con il quarto album Avrei Dovuto Odiarti promosso da I Dischi Del Minollo.

Sonorità leggere che si vanno ad intrecciare ad intenzioni più marcate ma sempre rimanendo in una sfera cantautorale esaltata da un noise-rock, maturo e incisivo quanto basta per perdonare i ragazzi di questa lunga assenza, perchè infondo è servita a generare idee ed energie per un nuovo lavoro bello e davvero interessante ( e non poteva essere diversamente ).

In questi nove brani è racchiusa tutta l’esperienza di una band che ha lasciato un bel contributo al panorama musicale italiano.

Si parte con L’Indifferenza una ballata lenta quasi melanconica rafforzata da una chitarra scura contrastata da melodie profonde. Con L’appartamento sul Lungonera il sound si apre e diventa più limpido, ma senza esagerare perchè la linea vocale unita ancora una volta ad una sei corde cruda creano ambientazioni quasi darkeggianti.

Canzone Bianca è un brano miniale senza troppi artefatti, che subisce una lieve impennata ritmica sul finale per fare da apri pista a La Strage Di S. Valentino bella, triste, e strumentale, ma con un sound intenso e profondo.

Avrei Dovuto Odiarti non è sicuramente un disco facile da digerire, riservato agli amanti del genere ed a tutte quelle persone che seguono i TV Lumiere fin dagli esordi. Il fatto di non voler seguire la massa commerciale ha portato la band a creare brani, per niente banali e tanto meno scontati e ne troviamo riscontro su tracce come Fondo alle ancore!, Ipotesi di Ritirata, dove i suoni si fondono creando atmosfere, misteriose e allo stesso tempo

Un disco suonato con sentimento che unito alla bravura dei ragazzi ha donato ancora una volta alla musica italiana un prezioso oggetto da tenere con cura nella propria bacheca musicale!

A cura di Lenny Savini

Tracklist Avrei dovuto odiarti TV Lumière

  1. L’Indifferenza
  2. L’appartamento sul Lungonera
  3. Canzone Bianca
  4. La strage di San Valentino
  5. Un Sicario
  6. Fondo alle Ancore!
  7. Il Tranello
  8. Ipotesi di Ritirata
  9. Sonny J. Barbieri

Info: https://www.facebook.com/tvlumiere.band/

Leave a Reply

venti − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.