Vie Delle Indecisioni: Auf Wiedersehen

Auf Wiedersehen è il secondo estratto da Batracomiomachia, nuovo album di Vie delle indecisioni adrenalinica band teatina. Fresche e scanzonate sonorità estive

E’ uscito Auf Wiedersehen, secondo singolo della band teatina Vie delle Indecisioni. Disponibile su tutti i maggiori canali di musica online (Spotify, Deezer, iTunes, Google Play Music ecc..), il brano è accompagnato da un videoclip musicale diretto da Pietro Falcone.

Il singolo, successore di Memorie pubblicato a febbraio, sarà anch’esso parte del secondo album Batracomiomachia, in uscita questo novembre.
Pezzo dalle sonorità pop e ska con una forte influenza di indie italiano, Auf Wiedersehen presenta un testo (a cura di Marco Ranellucci) che funge da tentativo di catturare quella sottile sensazione di “gabbia” che viene a nascere in un rapporto ormai destinato a concludersi, ma confinato in una fase di stallo a causa della routine e della paura di fuggire dalla “comfort zone”.

La frase “metterò dei fiori in frigo, sperando si conservino” è infatti una metafora del desiderio di “congelare” un qualcosa (in questo caso il rapporto di coppia) ormai destinato ad appassire.

Band dai live adrenalinici ed irriverenti, fonda le proprie radici nella cultura indie e nella musica d’autore italiana. I testi sono novelle di vita quotidiana, raccontate dai protagonisti con bonario cinismo. Con 50 date nell’ultimo anno (tra queste, aperture ad artisti quali BundaMove, Le Strade del Mediterraneo e Pinguini Tattici Nucleari), il gruppo pone il palcoscenico come habitat naturale, cercando un continuo contatto con il pubblico.

Testo AUF WIEDERSEHEN – Vie delle Indecisioni

Autore e Compositore: Marco Ranellucci

Ruba se vuoi le caramelle dal mio viso
Che tanto ho già mangiato, prendi il sake dal mio frigo
Che mi conosci e fai finta
E ti conosco e lo sai

Che se se prendi tutto, fastidio non mi dai
E’ tutto come quel viaggio in Francia o era Spagna
Che tanto, restiamo sempre in stanza
A contare i centesimi per i biglietti del metrò
Che non paghiamo mai je suis Ja bell parò

Sei come la BCE, che vigili su di noi
Piccoli mortali
E non ti importa davvero ma sei come me
Un cane al contrario e un uomo a metà
E per questo Auf Wiedersehen

Tutti quei corsi pagati, seguiti per pretesto
Era meglio la terapia io solo a casa mia
E tu a raccogliere le rane, a torturarle a sezionarle
Dai forse esagero
Ferma i cani non volano

E ascolti musica orrenda ed i tuoi film non li capisco
Ti prego andiamo al mare, dai scherzi è mainstream
Ti metterò dei fiori in frigo
Sperando si conservino
Così quando partirò
Dove vado? In Messico

Sei come la BCE, che vigili su di noi
Piccoli mortali
E non ti importa davvero ma sei come me
Un cane al contrario e un uomo a metà
E per questo Auf Wiedersehen

Info: https://www.facebook.com/viedelleindecisioni

Leave a Reply

sei + cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.