INTERVISTA | Sire: voglio molto di più

SIRE pubblica un nuovo singolo e video dal titolo Voglio molto di più, e lui è un tipo tosto che vuole molto anche dalla qualità della musica e cerca quindi di proporsi al pubblico con pezzi ricercati e dai testi con contenuti significativi. Blog della Musica l’ha intervistato per conoscerlo meglio…

Ciao Sire, benvenuto! Innanzitutto puoi raccontare ai nostri lettori da dove arrivi e qual è il tuo percorso artistico?
Ho cominciato a far musica all’età di 11 anni suonando chitarra, tastiere ed avvicinandomi al mondo della produzione musicale. Dopo essermi trasferito a Torino da Trani, ho prodotto il mio primo mixtape Fate Largo Mixtape [2013]. Vedendo che la cosa era piaciuta, mi sono convinto ad autoprodurre il Mostro EP nel 2015. Quest’anno, dopo aver firmato per Sparo Parole Records, ho pubblicato il primo disco dal nome Finto.
Oltre alla musica, mi occupo anche di videomaking ed ho fondato l’agenzia Van God, sempre a Torino.

Insomma, ti dai da fare! Da poco è uscito anche Voglio Molto Di Più, il tuo ultimo estratto dall’EP Finto. Cosa ci vuoi raccontare a riguardo?
In genere cerco di raccontare tutto nei miei testi. Voglio Molto Di Più è nata come sfogo, nei confronti della gente che mi circonda e nei confronti di chi ascolta distrattamente la musica, in particolare la mia. Il messaggio principale è la necessità di emergere, perché dopo tutto quello che ho passato penso, nel mio piccolo, di meritare la possibilità di fare ciò che desidero: esprimere quello che provo attraverso la mia musica. Il problema è che l’ascoltatore medio è distratto e spesso non si prende il tempo per soffermarsi sul significato dei testi: si tende a cercare subito la nuova hit raggaeton “usa e getta” da ballare senza capirne il senso. Diciamo che è un periodo difficile per chi cerca di fare musica di qualità.

Scopri chi è SIRE: leggi la sua storia qui

Ci hai detto che ti occupi di videomaking ed abbiamo visto nei credits che ne hai curato tu stesso la produzione e la regia: quale trama hai ideato per il video?
Il video si apre con le comparse prese dalla vita di tutti i giorni. Per vie diverse vengono a contatto con il brano e rimangono ipnotizzate all’ascolto. Di conseguenza il video aumenta di visualizzazioni ed arriva a un gran numero di persone. Alla fine del pezzo le comparse riprendono la vita di tutti i giorni, come se nulla fosse successo, un po’ come succede al giorno d’oggi.

Sappiamo che non ti vanno molto a genio le etichette, eppure quest’anno hai firmato per Sparo Parole, cosa ti ha spinto a farlo?
In Italia le etichette ormai non servono a molto: non investono sugli artisti e firmano con tutti sperando che tra la massa qualcuno faccia fare due spiccioli. In questa situazione, quello che serve, secondo me, è avere un gruppo di persone che lavori per lo stesso fine, che ti supporti e ti aiuti anche a crescere. In Sparo Parole ho trovato tutto questo, non la classica etichetta ma una famiglia a tutti gli effetti. In più mi da tutto quello di cui un artista ha bisogno: 0371 Music Press è il nostro ufficio stampa e lavora 24 ore al giorno per noi… il top!

Come vedi la scena rap emergente italiana?
Questa domanda non posso argomentarla molto perché, purtroppo, semplicemente non la vedo, è inesistente. I rapper sono fin troppi ma l’ottanta per cento di loro non va neanche a tempo: fanno musica per moda e non per lasciare un messaggio. Io faccio musica perché voglio comunicare qualcosa a chi dedica il suo tempo ad ascoltarmi (un privilegio sempre più raro che cerco di ricambiare nel modo migliore) e magari essere ricordato un giorno: spero di essere “immortale”.

A maggio è uscito il tuo disco Finto ma sappiamo che sei già a lavoro su nuovi progetti, ci puoi anticipare qualcosa?
Sono sempre all’opera e non mi fermo mai. Il nuovo disco prende forma giorno dopo giorno e vedrà la luce a mesi. Sto cercando di alzare il livello, sto cercando di differenziarmi da tutti gli altri: ne vedrete delle belle!

È stato un piacere chiacchierare ancora con te, speriamo di rivederci presto e di ascoltare ancora la tua musica. Ciao SIRE.
È stato un piacere per me. Vi ringrazio per lo spazio e l’attenzione che dedicate alla mia musica. A presto!

Guarda il video di SIRE Voglio molto di più

Contatti e Social

Spotify: https://spoti.fi/2FTfCyc
Facebook: www.facebook.com/sireofficiart/
Instagram: www.instagram.com/sire_officiart

Tagged with: , ,

Leave a Reply

1 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.