INTERVISTA | ZUIN: l’esordio dei suoi primi trent’anni

ZUIN nel suo nuovo disco tira fuori un suono che strizza l’occhio al rock ruvido di stampo americano, con bellissimi suoni di chitarre elettriche e di ricche melodie. Il titolo dell’album è Per tutti questi anni e Blog della Musica intervistato Zuin per saperne di più…

Graffiante e capace di trasgredire al cliché di questa tendenza omologante che troviamo facilmente in tutti questi nuovi cantautori della scena italiana. ZUIN invece pare non star bene nelle regole e nelle mode e tira fuori un suono che strizza l’occhio al rock ruvido di stampo americano, con bellissimi suoni di chitarre elettriche e di melodie ricche di arrangiamenti digitali e contributi molto interessanti. Si intitola Per tutti questi anni e fin dalla prima traccia Fantasmi o l’intro soffice di Monza Saronno o come nel mood percussivo di Credimi con questi riverberi per niente pop dimostra apertura nei confronti della forma canzone che ormai sembra non avere più niente da dirci. Un bellissimo ascolto che come esordio ha davvero tanto da dire e noi, come al solito, dopo avervi presentato il video ufficiale sulle nostre pagine, lasciamo la parola direttamente a ZUIN:

Esordio per Zuin oggi che di cantautori indie ne abbiamo in esubero. Eppure tu sei tra i pochissimi ad aver calcato il grande palco del Primo Maggio, quello vero. Come ci sei arrivato?
Ci sono arrivato con un concorso nazionale che si chiama “1mnext”, tra circa 2000 iscritti in 3 progetti abbiamo avuto l’onore di salire su quel palco che sognavo da sempre.

E da un esordio oggi, in questa scena così – se vuoi – mediaticizzata, cosa ti aspetti di raccogliere?
Mi aspetto di portare questo disco su più palchi possibili e di poter condividere le mie storie con tante persone che, in qualche modo, possano aver vissuto una storia simile alla mia.

Mi colpisce moltissimo la copertina del disco. Ce ne parli?
È un’idea grafica nata dall’agenzia che si è occupata delle grafiche THE MINE di Milano, di una cara amica Francesca Panigutto; ho raccontato a lei e alla squadra di creativi cosa ci fosse nel disco, nei suoni, nei testi e ne è uscito questo. Mi ha subito conquistato, una mano che contiene i ricordi di una vita.

Guarda il video del singolo Io non ho paura di Zuin

Daniela D’Angelo nel duetto finale con te. Com’è nata e cosa produrrà in futuro questa collaborazione?
Daniela è una cantautrice dolcissima e una cara amica, appena ho scritto il pezzo ho sentito la necessità di avere al mio fianco una voce femminile che raccontasse questa storia, forse la sorella che non ho mai avuto.

Vorrei lasciarti con una citazione ed una metafora. Ascoltando le tue storie in questi 10 inediti, se ti dicessi che questo disco resta Sottopelle? Cosa mi risponderesti e come ti verrebbe da interpretarla?
Sottopelle è li dove nascono le emozioni che a volte riaffiorano sotto forma di brividi, altre volte sotto forma di sudore, altre sotto forma di lividi, altre ancora rimangono li e aspettano.

Info: Facebook: www.facebook.com/zuinofficial | Instagram: @zuin_zuin

Leave a Reply

16 − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.